Tragedia sfiorata per due gruppi sul Cervino e sul Monte Rosa. Salvi tutti gli alpinisti

Non destano preoccupazione le condizioni dei due alpinisti stranieri recuperati questa mattina sul versane italiano del Cervino. Terminati ieri sera i soccorsi a un gruppo di sei persone che salivano alla Nordend.
Cronaca

Una disavventura con lieto fine per due distinti gruppi di alpinisti rimasti bloccati rispettivamente a sul versante italiano del Cervino e sulla parete est del Nordend nel massiccio del Monte Rosa.

Non destano preoccupazione, infatti, le condizioni dei due alpinisti stranieri, di cui non sono state rese note le generalità, recuperati questa  mattina sul versane italiano del Cervino.

L’allarme è scattato ieri sera, quando i due non sono riusciti a fare rientro a  Capanna Carrel, sulla via normale. Questa mattina, all’alba, le guide del soccorso alpino sono uscite e hanno  recuperato i due uomini a 3.500 metri di quota. Erano in buone condizioni fisiche.

Stanno bene anche i sei alpinisti italiani, rimasti bloccati ieri sulla via  Brioschi, sul massicico del Monte Rosa. I sei sono stati portati a valle dopo le 19 dagli uomini del soccorso alpino valdostano. I sei stavano salendo alla cima Nordend, 4.612 metri quando uno di loro ha avuto dei problemi di affaticamento.

L’allarme è scattato nel primo pomeriggio a Macugnana, ma a causa delle scarsa visibilità l’elicottero non ha potuto raggiungerli. Solo nella tarda serata, l’elicottero delle guide valdostane è riuscito a raggiungerli e a portare i sei al rifugio Mantova, a Gressoney.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte