Come e dove verrà festeggiato l’anniversario in Valle d’Aosta

Hanno preso il via questa mattina con la conferenza organizzata dal Consiglio regionale le manifestazioni che celebrano l’anniversario dell’Unità d’Italia. Questa sera alle ore 21 a Villa Michetti di Pont-Saint-Martin conferenza su Mazzini e Garibaldi.
Cultura

Hanno preso il via questa mattina con la conferenza organizzata dal Consiglio regionale “150 unità d’Italia: l’inno svelato” le manifestazioni che celebrano anche in Valle d’Aosta l’anniversario dell’Unità d’Italia.

Questa sera alle ore 21 al Centre culturel di Villa Michetti di Pont-Saint-Martin si svolgerà la conferenza “Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi il pensiero e l’azione del Risorgimento”. Obiettivo della serata condotta da Paolo Soddu, docente di storia dell’Università di Pavia, e da Cesare Panizza, ricercatore dell’Università degli studi di Torino, collaboratori dell’istituto di ricerca della Fondazione Einaudi di Torino sarà di mettere a confronto due modi diversi per interpretare una stessa dedizione alla causa italiana.
Da una parte la figura di Mazzini che sostenne idee democratiche e repubblicane al limite del socialismo, ma il cui progetto risultò sconfitto di fronte al programma liberal-conservatore del Conte di Cavour. Dall’altra Garibaldi, il valoroso condottiero e patriota italiano, considerato da tutti una delle figure fondamentali del Risorgimento italiano. La seconda delle due conferenze in programma si terrà il 30 marzo e sarà dedicata a Cavour e Vittorio Emanuele II.

Giovedì 17 marzo

Ingresso gratuito a mostre e siti archeologici
Il clou delle manifestazioni è in programma ovviamente domani, giovedì 17 marzo. La tanto contestata festa potrà essere trascorsa, soprattutto viste le previsioni meteo che promettono ancora brutto tempo, a visitare le tante mostre o i siti archeologici, per l’occasione ad ingresso gratuito. In particolare dalle 14 alle 18 saranno aperti al pubblico le esposizioni, i siti archeologici e i castelli di proprietà regionale.  E’ inoltre prevista l’apertura straordinaria delle sedi espositive regionali, sempre dalle 14 alle 18, dei siti archeologici Area funeraria fuori Porta Decumana e Villa romana della Consolata. Ingresso gratuito anche al Museo dell’Artigianato valdostano di tradizione di Fénis.

Al Forte di Bard chi acquisterà un biglietto ingresso alle aree espositive della fortezza riceverà in omaggio, lo speciale braccialetto tricolore firmato Forte di Bard. Per tutta la giornata di domani sono inoltre previste animazioni a cura della Banda musicale di Pont-Saint-Martin diretta dal maestro Walter Chenuil che eseguirà l’inno di Mameli all’arrivo della corsa “150 di corsa”, prevista per le ore 12.00. Seguirà un vin d’honneur.

I 150 anni festeggiati dai Comuni
A Charvensod
il primo cittadino consegnerà alle 18.30 p ai coscritti del 2010 l’attestato di maturità civica “come segno del loro pubblico riconoscimento come cittadini, dotati di tutti i diritti e doveri e una pen drive contenente i files della Costituzione italiana, dello Statuto della Regione Autonoma Valle d’Aosta,  dello Statuto comunale e delle Associazioni presenti sul territorio comunale.” Durante l’appuntamento verrà inoltre presentato il progetto, con ricaduta sociale, che i coscritti hanno voluto realizzare a beneficio di tutta la comunità di Charvensod.

A Courmayeur, dalle ore 15.30 nella Casa Comunale, è previsto un incontro con i concittadini più anziani, nati in ciascuna delle venti regioni italiane. “La volontà – si legge in una nota dell’Amministrazione comunale –  è quella di festeggiare questo momento come un’occasione di riflessione comune sul fatto che a Courmayeur l’Unità è a tutti gli effetti l’esperienza di storie di persone, che nel tempo sono venute a vivere e a lavorare nel paese, compiendo tutti insieme un percorso di integrazione fatto di memorie, momenti e vicende di vita quotidiana.” Per il paese inoltre dalle 17.30 si potranno ascoltare le note della Banda Musicale di Courmayeur-La Salle che, attraverserà il centro da Piazza Brocherel fino a Via Regionale.

Spostandoci nella Valle del Grand Paradiso, alle 17 nella Sala del Consiglio comunale del Municipio di Cogne sarà presentato il lavoro di riordino e inventariazione dell’Archivio storico comunale, curato fra il 2000 e il 2002 dall’Archivista e Paleografa Federica Giommi.
A fare da cornice all’iniziativa saranno i disegni realizzati sul tema “L’Unità d’Italia” dai piccoli cogneins.

Rimanendo nel parco del Gran Paradiso, la Fondation Grand Paradis promuove l’iniziativa “Le origini del Parco nazionale e dell’Unità d’Italia, una giornata di riflessione e raccolta documentale”. Tutti coloro che visiteranno domani, 17 marzo, i Centri Visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso di Cogne, Rhêmes–Notre–Dame e Valsavarenche e metteranno a disposizione delle guide naturalistiche un documento o una foto relativi alla vita nel territorio delle tre valli del versante valdostano del Parco dopo l’Unità d’Italia ma antecedenti al 1970, riceveranno in regalo un biglietto cumulativo, della validità di un anno, per la visita dei 10 siti naturalistici e culturali gestiti da Fondation Grand Paradis nonché un libro sulla natura del Parco.

Il concerto dell’Atelier d’Archi
Infine la giornata di festa del 17 marzo si chiuderà in musica a Pont-Saint-Martin con il concerto dell’Atelier d’Archi organizzato dal Celva in collaborazione con la Fondazione istituto musicale. Diretto  da Stéphanie Pradouroux, l’Atelier si esibirà alle ore 21 nell’auditorium di Pont-Saint-Martin. Il programma del concerto prevede l’esecuzione di musiche di Vivaldi, Mascagni, Verdi e Puccini e la partecipazione del tenore Dario Prola. L’ingresso in sala è libero, sino all’esaurimento dei posti disponibili.

Giovedì 24 marzo
“Risorgimento: fine della favola? Le celebrazioni del 150° tra revisionismi storiografici e usi politici della storia” è il titolo della conferenza organizzata dalla Fondazione Federico Chabod e in programma per le ore 17 presso la Sala conferenza del Csv di Aosta. L’appuntamento vedrà la presenza del giornalista Giulio Cappa e dello storico Marco Cuaz.

Sarà inaugurata sempre il 24, alle ore 18, presso la Porta Decumana della Biblioteca regionale, e rimarrà aperta fino al 2 luglio, la mostra “Valle d’Aosta 1848-1870”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Presidenza della Regione.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura