Fiabe, danze e ninne nanne favoriscono la conoscenza fra famiglie valdostane e straniere

Il Centro comunale immigrati extracomunitari, servizio del Comune di Aosta, propone tre incontri partecipati rivolti alle famiglie immigrate e valdostane. Il primo appuntamento di martedì 21 ottobre presso Il Cortile, sarà dedicato alle Ninne nanne.
la locandina dell'appuntamento
Cultura

E’ all’insegna dell’incontro partecipato fra culture, la mini rassegna di appuntamenti "Terre di fiabe, musiche e danze" proposta dal Centro comunale immigrati extracomunitari, servizio del Comune di Aosta, gestito dalla Cooperativa sociale La Sorgente.

Tre iniziative dedicate ad altrettanti linguaggi tradizionali e universali: le danze, le fiabe e le ninne nanne che faranno scoprire ai partecipanti, come “nella diversità ci sia in fondo una grande unione”.

La prima iniziativa, in programma per martedì prossimo 21 ottobre dalle ore 17 presso il Centro per le famiglie Il Cortile di via Monte Pasubio 34 ad Aosta, sarà dedicata alle Ninne nanne del mondo. A condurre l’incontro sarà la ricercatrice ed esperta di musica della prima infanzia, Manuela Filippa.

Questo primo incontro, cosi come i seguenti, saranno affrontati con un approccio quanto più partecipativo che cercherà di coinvolgere le famiglie valdostane e immigrate e i bambini, principali destinatari delle iniziative.

“Una scelta strategica – ha spiegato la Coordinatrice del Ccie, Licia Coppoquella di focalizzare le nostre iniziative sulle famiglie perché sono loro il tramite attraverso cui l’integrazione può realizzarsi.”

Dopo il primo incontro di martedì prossimo, la mini rassegna proseguirà l’11 novembre, sempre presso il Cortile con il tema delle fiabe che sarà portato all’attenzione dei partecipanti dalla mediatrice interculturale, Ranzie Mensah e dalla scrittrice valdostana, Lidia Philippot. Per questi primi due incontri al Cortile, sarà disponibile per le famiglie un servizio di Garderie d’Enfance.

Infine il 2 dicembre, presso la Biblioteca comunale di Viale Europa, Ranzie Mensah assieme ai Trouveur Valdotèn farà ballare i presenti sulle note di canzoni africane, valdostane e di altre culture.

“Tre iniziative che hanno lo scopo di aiutare a costruire nella nostra società la reciproca conoscenza” ha sottolineato l’Assessore comunale ai Servizi sociali, Giuliana Ferrero che ha parlato, riferendosi all’approvazione da parte della Camera dei deputati di una mozione per l’introduzione nelle scuole di classi differenziate per i figli degli immigrati, di “fatto vergognoso” e di “sfruttamento della scuola e dei bambini per soli fini elettorali”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte