“Mare Carbone” di Gian Luca Rossi premiato al Festival internazionale Human District di Belgrado

Sostenuto da Film Commission VdA "Mare Carbone" racconta la vicenda dell'insediamento industriale Liquichimica di Saline Joniche (Reggio Calabria) dove un gruppo italo-svizzero vorrebbe costruire una centrale a carbone.
Mare Carbone premiato allo Human District di Belgrado
Cultura

Nuovo riconoscimento per "Mare Carbone" del regista valdostano Gian Luca Rossi. La pellicola si è aggiudicata il primo premio come miglior documentario al festival internazionale Human District di Belgrado, tenutosi nei giorni scorsi.  

Sostenuto da Film Commission VdA "Mare Carbone" racconta la vicenda dell’insediamento industriale Liquichimica di Saline Joniche (Reggio Calabria) dove un gruppo italo-svizzero vorrebbe costruire una centrale a carbone.

"E’ un grande riconoscimento per il nostro lavoro e la dimostrazione che la storia che abbiamo raccontato ha valore anche fuori dai nostri confini. Grazie alla giuria e agli organizzatori! " sottolinea Rossi.
Nei mesi scorsi Mare Carbone ha vinto il premio come miglior documentario italiano al Film Festival Cinemambiente di Torino

il premio per la migliore Opera di Responsabilità Sociale all’Ares international Film Festival di Siracusa e il premio per il miglior lungometraggio documentario nella edizione di Maggio 2016 del festival online 12 Months Film Festival.

Lo Human District di Belgrado è un festival internazionale dedicato al cinema sui Diritti dell’Uomo. Mare Carbone ha dovuto vedersela con più di 2000 film, fra i quali ne sono stati selezionati oltre 200 nelle varie categorie, di cui 9 italiani. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura