Paolo Crepet fra i protagonisti de I Colloqui del Forte

L'ottava edizione, in programma sabato 8 aprile, avrà per tema il gioco.
Cultura

Ruoterà intorno al tema del gioco l'ottava edizione dei Colloqui del Forte di Bard, l'evento che ogni anno riunisce, sotto la direzione di Enzo Bianchi fondatore della comunità monastica di Bose, personalità del mondo della cultura, del giornalismo e dell'imprenditoria. L’evento promosso dall’Associazione Forte di Bard si terrà sabato 8 aprile 2017 nelle sale conferenze Olivero e Archi Candidi.

"L'uomo non è solo colui che lavora e produce, ma anche colui che canta, danza, racconta storie, gioca – spiega Enzo Bianchi – Gratuità, creatività e giocosità sono essenziali all'umanizzazione di un uomo che nel nostro occidente sembra oggi ingabbiato negli asfittici para­digmi antropologici dell'homo technicus e dell'homo oeconomicus. Ovvero, in paradigmi di produttività e di utilità. La dimensione ludica dell'esistenza afferma la necessità dell'inutile. Il gioco è uno spazio di libertà in cui l'uomo si dà il permesso di essere e basta. E di essere gioiosamente insieme ad altri".

Oltre al Priore di Bose saranno presenti quest'anno all'appuntamento Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, Alberto Dionigi, presidente Federazione naz. italiana Clown Dottori, Paolo Crepet, psichiatra e sociologo, Francesco Bracone, General Manager, Procuratore Speciale Ravensburger Italy & Spain e Piercarlo Grimaldi, antropologo e Rettore Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo-Bra.

L'ingresso all'appuntamento, in programma dalle ore 11, è gratuito con prenotazione obbligatoria (T. + 39 0125 833816 – eventi@fortedibard.it)

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura