Tito Boeri ospite dell’ultimo appuntamento di Montagne di cultura

Sabato prossimo, 20 settembre, dalle ore 18.30 presso il Jardin de l'Ange, l'economista presenterà il suo ultimo saggio 'Contro i giovani-Come l'Italia sta tradendo le giovani generazioni".
tito boeri
Cultura

Montagne di cultura, la rassegna del Comune di Courmayeur che ha ospitato quest’estate numerose firme importanti della letteratura, del giornalismo italiano ma non solo, saluta il suo affezionato pubblico con un ultimo appuntamento d’eccezione. Sabato prossimo, 20 settembre, dalle ore 18.30 salirà al Jardin de l’Ange, Tito Boeri con il suo ultimo saggio “Contro i giovani-Come l’Italia sta tradendo le giovani generazioni".

Il volume scritto assieme a Vincenzo Galasso analizza la situazione dell’Italia "vista come una delle società in cui il sostegno delle famiglie ai giovani è più forte, e in cui la permanenza dei figli tra le mura domestiche è più lunga. Ma il risultato di questa condizione eccezionale è che proprio gli italiani, sono fra tutti i paesi sviluppati, il popolo che più sta agendo contro i giovani. Si assiste alla più massiccia redistribuzione di risorse dalla generazione dei figli a quella dei genitori di cui si abbia traccia in epoca recente. La soluzione, secondo Tito Boeri, potrebbe dipendere, prima di tutto, dal coraggio dei quarantenni di oggi."

Assieme a Boeri sarà presente, nel ruolo di moderatore, Massimo Sideri, giornalista economico del Corriere della Sera e autore del saggio Come Salvarsi dal posto fisso.

Nato nel 1958, Tito Boeri è laureato in Economia presso l'Università Bocconi e PhD in Economia presso la New York University di New York. Attualmente insegna all'Università Bocconi, dirige la Fondazione Rodolfo Debenedetti, istituzione volta a promuovere la ricerca nel campo della riforma dei sistemi di welfare e dei mercati del lavoro in Europa e coordina il sito di informazione economica www.lavoce.info

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte