Domenica dedicata ai sapori valdostani a Bard

100 i produttori che prenderanno parte quest'anno alla quinta edizione del Marché au Fort, la più importante e vasta rassegna enogastronomica dedicata alla degustazione e vendita dei prodotti tipici della Valle d'Aosta.
Prodotti enogastronomici
Economia

Torna questa domenica, 12 ottobre, a Bard, l’appuntamento con i sapori valdostani.
100 i produttori che prenderanno parte quest’anno alla quinta edizione del Marché au Fort, la più importante e vasta rassegna enogastronomica dedicata alla degustazione e vendita dei prodotti tipici della Valle d’Aosta.

I visitatori potranno scoprire oltre alla rinomata fontina altre specialità locali come il Vallée d’Aoste Fromadzo, un prodotto Dop, preparato con latte vaccino di due mungiture, il Vallée d’Aoste Jambon de Bosses Dop, prosciutto crudo speziato con erbe di montagna, prodotto a 1600 metri di altitudine, e il Vallée d’Aoste Lard d’Arnad Dop, una complessa alchimia di acqua, sale, erbe aromatiche e spezie, sapientemente miscelate e unite al lardo.
Il tutto innaffiato dai Vini Doc valdostani ma anche dalle famose grappe e dal  génépy, un distillato tipicamente valdostano, prodotto con essenze particolari (artemisia glacialis e artemisia weber).
E ancora pani, dolci, farine, marmellate, il tutto per una domenica all’insegna dell’enogastronomia di qualità.

L’appuntamento con Marché au Fort è per le 9. Oltre al mercatino, sono previste dimostrazioni di lavorazione, spiegazioni, degustazioni, animazione da parte di gruppi folcloristici e rievocazioni in stile napoleonico.
Parteciperanno all’evento lo Stato maggiore napoleonico del Dipartimento della Dora Baltea, Ewan Consell e “I nani rossi” che proporranno spettacoli di giocoleria e circo contemporaneo.

Alle 15, presso la Piazza d’Armi del Forte, verrà portato in scena lo spettacolo Food Sound Circus, storie di cucina in musica. “Il circo diventa in questa occasione uno strumento poetico per raccontare i luoghi del cibo. Un narratore, accompagnato da alcuni musicisti, parlerà di gastronomia. La narrazione sarà completata da numeri circensi con giocolieri ed acrobati che allestiranno un’originale tavola.”

A corollario dell’evento, che l’anno scorso ha richiamato circa 20 mila persone e portato a casa un giro d’affari pari a 150 mila euro, anche uno speciale annullo filatelico dedicato all’evento.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte