Entro il 2010 le terme di Pré-Saint-Didier saranno ancora più grandi

Sottoscritto un nuovo contratto che, tra l'altro, fa partire da oggi la durata della concessione trentennale a favore della società che gestisce la struttura. Una revisione degli accordi con la regione che è legata ai maggiori investimenti.
Le Terme di Pré-Saint-Didier
Economia

Nuovi investimenti per 16 milioni e mezzo di euro andranno a potenziare ulteriormente le strutture e le ‘offerte benessere’ delle Terme di Pré-Saint-Didier. Un albergo da 30 camere (che costerà sei milioni di euro) e tre piscine sono le nuove strutture che verranno ultimate entro il 2010, mentre sono già operative le aree relax, le aree a tema e le saune allestite nell’edificio dell’ex casinò.

Questo è il frutto del nuovo contratto sottoscritto oggi, martedì 13 maggio, fra l’Amministrazione regionale e la “Terme di Pré-Saint-Didier” che, di fatto, aumenta di tre anni la durata della concessione a favore della società che gestisce la struttura: la concessione avrà una durata trentennale a partire da oggi. Una revisione degli accordi con la regione che è legata ai maggiori investimenti messi in cantiere: il 45% in più rispetto a quanto previsto nell’accordo dell'autunno 2003.

“La nostra struttura sta conoscendo un successo crescente – ha sottolineato il presidente di Terme di Pré-Saint-Didier srl, Francesco Varni – nel 2007 abbiamo registrato 95mila presenze e nel primo trimestre di quest’anno, con 40mila ingressi, abbiamo visto un aumento del 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso”. Dal canto suo, il sindaco Riccardo Bieler promette 68 nuovi posti auto, un sentiero di collegamento con il parco avventura e la riqualificazione dell’orrido. “Con l’accordo sottoscritto oggi – dichiara Bieler – arriviamo al completamento di tutto il nostro complesso termale”.

E potrebbero esserci novità anche per le terme di Saint-Vincent. “Il gruppo che ha presentato l’offerta di project financing – ha annunciato il presidente della Regione, Luciano Caveri – ha depositato una cospicua fideiussione e questo è un buon segnale per lo sblocco della situazione”.

Nel caso di Saint-Vincent, ol progetto è stato presentato dal raggruppamento di imprese composto dalla Bonatti spa, dalla Ergon engeneering e dalla Europeam. La struttura offrirà un centro benessere e di medicina estetica, saune, idromassaggi e piscina. L'ex Hotel Source si trasformerà in un albergo a quattro stelle con circa 50 camere e sarà attrezzato con un ascensore inclinato per collegarlo alle terme.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia