Fontina, Caseus Montanus: “La qualità deve diventare la nostra priorità”

"Marchiare come Fontina tutto il formaggio non aiuta l’economia valdostana, abbassa la qualità del marchio e vanifica gli sforzi di tanti allevatori che della qualità ne hanno fatto una ragione di vita”. Cosi in una nota Gerardo Beneyton.
Fontina (foto Donato Arcaro, www.naturaosta.it)
Economia

"Marchiare come Fontina tutto il formaggio non aiuta l’economia valdostana, abbassa la qualità del marchio e vanifica gli sforzi di tanti allevatori che della qualità ne hanno fatto una ragione di vita”. Cosi in una nota Gerardo Beneyton, presidente di Caseus Montanus interviene sulle critiche emerse durante l’Assemblea Arev.

"E’ uno vero e proprio scandalo il prezzo praticato ai conferitori. – scrive Beneyton –  E’ un’offesa al lavoro dei campagnards che quotidianamente sono impegnati nella manutenzione del territorio e la tutela dell’ambiente per salvaguardare i propri prati dal degrado. Come dar torto ai nostri campagnards quando affermano che non si può vivere ricevendo 6,20 euro al chilo per la Fontina di inverno ed ancor più indignante sono il prezzo di 6,40 euro al chilogrammo per la Fontina d’alpeggio, quando al di fuori del foraggio, le aziende sono preda di continui aumenti fiscali e gestionali per il suo funzionamento”.

Beneyton ricorda poi come la Fontina "messa in commercio e nei mercati nazionali e internazionali è spesso di scarsa qualità a differenza di ciò che è avvenuto e avviene per il formaggio Piave Oro, che ha attuato una politica mirata al perseguimento di elevati obiettittivi qualitativi di alto livello”.

Aggiunge Beneyton: “E’ tempo che dalle parole, che riempiono la bocca di tanti, diventino fatti concreti e per prima cosa ci si deve orientare a porre la qualità delle nostre produzioni al primo posto delle priorità ed in tal senso ben venga la ripresa delle analisi sensoriali della fontina.”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia