“L’ufficio stampa dei vigili del fuoco deve essere gestito da un giornalista”

Ordine dei giornalisti e associazione stampa valdostana tornano ad occuparsi degli uffici stampa degli uffici pubblici in Valle d’Aosta. Questa volta nel mirino c’è la struttura di comunicazione del corpo valdostano dei pompieri.
Economia

Ordine dei giornalisti e associazione stampa valdostana tornano ad occuparsi degli uffici stampa degli uffici pubblici in Valle d'Aosta. Questa volta nel mirino c'è la struttura di comunicazione del corpo valdostano dei vigili del fuoco. "Risulta evidente che questo servizio è riconducibile ad un vero e proprio ufficio stampa – si legge in una nota congiunta dei due organismi professionali – e che, come tale, deve essere affidato ad un iscritto all'Ordine dei Giornalisti. Le mansioni degli addetti a uffici stampa rientrano a tutti gli effetti nell'attività giornalistica e quindi sono soggette alle norme ordinistiche, deontologiche e di lavoro che regolano la professione".

Ordine e sindacato non erano finora intervenute in quanto l'addetto stampa, Andrea Cappello, aveva attivato un percorso per l'iscrizione all'Ordine dei Giornalisti. La domanda di iscrizione all'Ordine, però, è stata respinta in sede regionale e il ricorso in sede nazionale avverso la decisione di prima istanza è stato rigettato.

"Ordine Regionale dei Giornalisti e Associazione Stampa Valdostana – conclude la nota – senza voler entrare nel merito delle capacità di chi cura il servizio, sono costretti a evidenziare quanto l'attuale situazione risulti non più compatibile dai due organismi che devono, a diverso titolo, vigilare sul rispetto delle norme collegate alla professione giornalistica".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia