Operatori del vino a scuola di inglese

L'Assessorato regionale all'Agricoltura organizza un corso 'Inglese in tasca' e il seminario 'Route des Vins: laboratorio didattico', entrambi rivolti agli operatori vitivinicoli che operano direttamente con la clientela.
i vitigni di La Salle
Economia

Dopo aver raggiungo i bambini delle prime classi delle elementari, l’inglese sbarca anche nel mondo della viticoltura.
L’Assessorato regionale all’Agricoltura organizza infatti un corso  “Inglese in tasca” e il seminario “Route des Vins: laboratorio didattico”, entrambi rivolti agli operatori vitivinicoli che operano direttamente con la clientela attraverso l’accoglienza in azienda e la promozione del proprio prodotto.

Obiettivo del corso di inglese è di aiutare quanti operano nel settore vitivinicolo a sviluppare quelle competenze linguistiche essenziali per poter intrattenere relazioni  commerciali con la clientela inglese. Il percorso, aperto a 20 partecipanti, si terrà dal 4 novembre al 9 dicembre,  ogni martedì e giovedì dalle 16.30 alle 18.30, per un totale di venti ore.

Altra occasione di formazione per gli operatori vitivinicoli sarà quella offerta invece dal seminario  “Route des Vins: laboratorio didattico per gli operatori vitivinicoli” che avrà l’obiettivo di analizzare tutti gli aspetti relativi allo sviluppo di una strada del vino e dei servizi di accoglienza in azienda ad essa correlati, fornendo le basi della comunicazione del vino e del territorio, dell’accoglienza in cantina, del marketing di una strada del vino ed analizzando alcune realtà esistenti. Il seminario si terrà nella giornata di venerdì 21 novembre, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.

Le persone interessate alle due iniziative formative hanno tempo dal 1° ottobre e fino al prossimo 30 ottobre per iscriversi presso l’Ufficio formazione e aggiornamento professionale dell’Assessorato dell’agricoltura, in località Grande Charrière n. 66 a Saint-Christophe.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte