Quasi un milione di euro per chiudere la vertenza con 13 dipendenti del Casinò di Saint-Vincent

Ogni lavoratore licenziato ha ricevuto 50mila euro netti e 25mila euro netti per uno dei 13 dipendenti che lascerà l’azienda alla fine dell’anno. Rollandin: “Il taglio di 60 dipendenti ha comportato costi per 2,5 milioni”.
Il Casinò de la Vallée
Economia

E’ costata 900mila euro alle casse regionali il contenzioso con 13 dipendenti del Casinò di Saint-Vincent in seguito alla procedura di mobilità aperta nel mese di maggio scorso. I dati sono stati forniti  dal presidente della Regione, Augusto Rollandin, rispondendo ad una interrogazione presentata da Albert Châtrian e Patrizia Morelli dell’Alpe che hanno chiesto, tra l’altro, perché la Casa da gioco ha accettato la transazione invece di procedere nella vertenza fino alla sentenza.

“Il giudice del lavoro ha esplicitamente invitato la società a cercare un accordo – ha dichiarato Rollandin – ed è stata fatta una valutazione economica dei rischi di perdita eventuale stimata in più di 1milione 800mila euro, più del doppio dell’ammontare della transazione.

Ogni lavoratore licenziato ha ricevuto 50mila euro netti e 25mila euro netti per uno dei 13 dipendenti che lascerà l’azienda alla fine dell’anno.

“L’applicazione dolorosa ma necessaria della procedura di mobilità e la riduzione del numero di impiegati di 60 unità – ha concluso il presidente della Regione – ha comportato dei costi supplementari di 2milioni 500mila euro, inclusa l’ultima transazione, a fronte di una riduzione dei costi di circa 4milioni di euro”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte