Segnali positivi per l’occupazione, ma la ripresa è ancora timida

I dati forniti durante la riunione del Consiglio delle politiche dal lavoro che si è riunito nel pomeriggio di ieri, venerdì 17 settembre. Sensibile diminuzione degli avviamenti dei rapporti di lavoro nel settore costruzioni.
Economia

I dati sull’occupazione sono positivi anche se la ripresa è timida. A dirlo sono i numeri forniti durante la riunione del Consiglio delle politiche dal lavoro che si è riunito nel pomeriggio di ieri, venerdì 17 settembre.

Per quanto riguarda i flussi degli avviamenti e delle cessazioni dei rapporti di lavoro, nel periodo gennaio-luglio, si evidenzia che nel 2009 vi è stata una sensibile contrazione degli avviamenti 18 mila 680, contro i 20 mila 510 dell’anno 2008. Mentre per l’anno in corso si registra una leggera ripresa nell’immissione nel mondo del lavoro, con gli avviamenti a quota 20 mila 276, nel periodo gennaio-luglio.

Analizzando i dati per settore economico, sempre nel periodo gennaio – luglio, emerge:

– nel settore agricolo una contrazione di 207 unità nel 2010 rispetto al 2009, passando da 1.441 a 1.234;

– nelle attività manifatturiere dai 1.458 del 2008 si passa ai 729 avviamenti del 2009, un vero e proprio crollo, mentre nel 2010 sono in leggera ripresa attestandosi a 817;

– nel commercio all’ingrosso e al dettaglio la sensibile contrazione 1.088 avviamenti nel 2009 rispetto ai 1.213 del 2008 vede un notevole incremento 1.323 nel 2010;

– nelle attività dei servizi di alloggio e di ristorazione, rispetto ad una contrazione nel biennio 2008-2009da 4.930 a 4.641, si registra nel 2010 una sensibile e netta ripresa (5.496);

– nelle costruzioni si registra, invece, una sensibile diminuzione degli avviamenti, passando dai 2.337 del 2008 a 1.981 nel 2009, per registrare una leggera ripresa nell’anno 2010 con 2.050 avviamenti.

Per quanto riguarda le cessazioni di rapporto di lavoro (dimissioni, licenziamenti, termine finale del contratto), rispetto all’anno 2008 (15.856 cessazioni), il 2009 fa registrare una differenza lieve (15.181 cessazioni) di poche centinaia di unità. Nei primi 7 mesi del 2010, sempre nel periodo gennaio-luglio le cessazioni si riducono in modo significativo attestandosi a 11.028.

La situazione delle ore autorizzate di cassa integrazione è in netto miglioramento, facendo registrare una diminuzione del 40 per cento sul totale delle ore autorizzate nei primi 7 mesi dell’anno 2009 e dell’anno 2010. In particolare si segnala il calo del 59,1% per la Cassa integrazione in deroga.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte