Sicurezza sul lavoro, dall’Inail 290mila euro per le piccole e micro imprese

E' rivolto alle piccole e micro imprese che operano nei settori dell'agricoltura, dell'edilizia, dell'estrazione e lavorazione dei materiali lapidei, il nuovo bando dell'Inail. Domande dal 3 novembre al 3 dicembre.
Economia

E’ rivolto alle piccole e micro imprese, anche in forma individuale, che operano nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e lavorazione dei materiali lapidei, il nuovo bando dell’Inail volto al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro. 

L’iniziativa mette a disposizione per il 2014 30 milioni di euro di cui 290mila circa per la Valle d’Aosta. In particolare sono a disposizione dei richiedenti 115.444 euro per l’agricoltura, 97.643 per le costruzioni e 84.889 per i lapidei. 

Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65% dei costi, al netto dell’Iva, sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto. In particolare il contributo minimo ammissibile è di 1000 euro mentre il massimo è di 50mila euro (15mila per le aziende agricole). 

"Si tratta di un bando specifico – ha spiegato oggi il Direttore dell’Inail Vda, Maria Valeria Fiorillo – per rischi specifici individuati sulla base dei dati statistici":

In particolare è stato rilevato che nel settore agricolo i principali rischi riguardano l’uso dei trattori e il loro ribaltamento, in quello edilizio la movimentazione manuale dei carichi e le cadute dall’alto, mentre nel campo dell’estrazione e lavorazione di materiali lapidei è stata registrata come frequente l’esposizione al rumore e/o alle polveri, oltre che la movimentazione manuale di pesi e carichi.

Le domande devono essere presentate dal 3 novembre 2014 e fino alle ore 18.00 del 3 dicembre 2014 lnella sezione Servizi online di Inail. Per accedere alla procedura è necessario essere registrati sul portale dell’Istituto.

Le domande verranno in seguito sottoposte alla Commissione di valutazione. I progetti risultati ammessi verranno finanziati fino alla concorrenza delle somme  stanziate per la Struttura regionale per ordine decrescente  di punteggio conseguito. La graduatoria sarà valida fino ad esaurimento delle risorse e, comunque, non oltre la  scadenza del 31 dicembre 2016.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte