A Nus è caos rifiuti dopo la riorganizzazione dei punti raccolta, cittadini imbufaliti

Proteste contro il sindaco e la sua amministrazione che non hanno avvisato la popolazione del cambiamento. Il sindaco si scusa.
caos rifiuti a Nus
Politica

Caos rifiuti nel centro paese di Nus. Dalla scorsa settimana i cinque punti raccolta presenti nel borgo del paese sono diventati all’improvviso due, con i vecchi bidoni sostituiti da delle campane. Una novità che però, ad eccezione di un avviso pubblicato sul sito internet del Comune, non è stata comunicata ai cittadini che si sono trovati quindi dall’oggi al domani senza avere idea di dove buttare la spazzatura.  La protesta si è, quindi, sollevata sui Social prendendo di mira il primo cittadino e l’assessore comunale all’Ambiente.

Sarebbe stato gradito un confronto prima di operare queste scelte che, anche se semplici, coinvolgono i cittadini agevolandone la vita quotidiana. Inoltre, anche durante l'ultimo Consiglio del 23 novembre, il nostro Gruppo aveva sollecitato incontri con la popolazione, sottolineando la necessità di informare adeguatamente la cittadinanza sul nuovo servizio di raccolta" si accodano alle proteste dei cittadini, i consiglieri di minoranza di Nus. 

Tra le critiche rivolte alla Giunta guidata dal sindaco Elida Baravex anche il fatto che i due attuali punti di raccolta non sarebbero sufficienti alle necessità del borgo. Nei giorni scorsi infatti diversi sacchetti della spazzatura sono stati abbandonati a fianco delle campane, piene. Solo a questo punto sono comparsi nei vecchi punti di raccolta dei rifiuti delle cartine con le indicazioni sulle nuove postazioni. I cittadini del paese si chiedono, inoltre, che uso verrà fatto degli chalet di legno costruiti per ospitare i precedenti bidoni della spazzatura.

Dopo sette giorni di foto postate su Facebook e post inferociti, le scuse dell'Amministrazione comunale arrivano in una nota. "Non possiamo che scusarci con la popolazione che, in alcuni casi, si è trovata senza i cassonetti per depositare i propri rifiuti e senza sapere dove lasciarli – dice  il sindaco di Nus, Elida Baravex -. Una situazione incresciosa, a fronte della quale possiamo solamente cercare di porre rimedio invitando tutti a consultare il nostro sito internet o a leggere le bacheche. Segnalo inoltre che il posizionamento delle nuove campane non è ancora completato e che, non appena la situazione sarà definitiva, sarà nostra cura effettuare nuove e più efficaci comunicazioni". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica