Ad Arnad investiti 300mila euro per la sicurezza di Clos de Barme

A protezione della frazione sono state bonificate delle porzioni di roccia instabili ed è stata posata una rete paramassi. Non è esclusa l'eventuale delocalizzazione di alcuni immobili
La frana che ha toccato le case a Clos de Barme
Politica

Bonifica delle porzioni di roccia instabili, posa di una rete paramassi, per un totale di circa 300 mila euro. Sono gli interventi messi in atto dall’assessorato del Territorio per “mitigare” la situazione di pericolo a Clos de Barme, la frazione di Arnad investita da una frana da 200 metri cubi il 19 ottobre scorso.

“I tecnici stanno verificando le condizioni di instabilità  – ha detto l’assessore al Territorio, Marco Viérin, rispondendo ad un’interpellanza di Roberto Louvin (VdA Vive) – oltre che prevedere ulteriori interventi aggiuntivi a quelli già avviati. A oggi i tecnici non hanno ancora completato le complesse valutazioni e non è esclusa l'eventuale delocalizzazione di alcuni immobili. Il tutto solo a seguito della documentazione e delle valutazioni che i tecnici stanno approntando e che dovranno produrre al Comune e all'Amministrazione regionale.

“Gli eventi imprevedibili ci sono – ha detto Roberto Louvin – soprattutto nella nostra regione, ma bisogna essere sempre un passo avanti. Si parla ancora di mitigazione del rischio e non ancora della messa in sicurezza. Ad Arnad ci sono ancora persone che vivono con l’incubo”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte