Arriva alla Presidenza del Consiglio la petizione contro l’accorpamento delle stazioni forestali

I 650 firmatari di Champorcher, Pontboset, Hône, Bard e Donnas che si sono espressi contro contro la chiusura della stazione forestale di Pontboset ora chiedono di essere ricevuti dalla terza commissione consiliare.
Guardie forestali sorvegliano in territorio
Politica

Non lasciano nulla di intentato gli abitanti di Champorcher, Pontboset, Hône, Bard e Donnas che si sono espressi contro contro la chiusura della stazione forestale di Pontboset e il suo accorpamento con quella di Pont-Saint-Martin. Dopo aver messo in piedi una petizione, raccolto oltre 650 firme tra gli abitanti, hanno incontrato, martedì 3 novembre scorso, il Presidente della Regione Augusto Rollandin.

"Il Presidente ci ha ricevuto ma non è sembrato particolarmente disponibile ad ascoltare le nostre preoccupazioni – ha spiegato Loredana Farfarello di Champorcher – perché, secondo lui, i problemi da noi prospettati non esistono. Durante il nostro breve incontro Rollandin ha ribadito che ci dimostrerà che l'accorpamento delle stazioni forestali possa funzionare". 

Insomma la decisione sarebbe stata presa in via definitiva. Ciononostante  i firmatari hanno presentato la loro petizione anche alla Presidenza del Consiglio regionale ed ora hanno chiesto di essere ricevuti dalla terza commissione consiliare. "A prescindere da come andrà a finire crediamo che ogni intervento possa essere utile ad affermare i nostri diritti. Nel pur breve incontro con il Presidente, Rollandin ha fatto un'affermazione che, per noi, rimane un impegno preso con tutta la popolazione della vallata di Champorcher.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte