Politica

Ultima modifica: 16 Maggio 2010 0:00

De Magistris ad Aosta: “evitiamo la frantumazione della sinistra”. E fa assist all’ALPE

Aosta - L'ex pm, in Valle per appoggiare la coalizione che candida Michele Monteleone e Fabio Platania al Comune di Aosta, parla di unità del centro-sinistra, di partecipazione e di programma dei cittadini.

Luigi de Magistris insieme ai candidati della coalizione Pd, IdV

Se l'intento di portare i big della politica nazionale ad Aosta era di far parlare di sé, indubbiamente l'Italia dei Valori ci è riuscita: prima Antonio Di Pietro ha attaccato frontalmente UV e PdL, suscitando reazioni di sdegno da parte dei cinque dirigenti dei partiti autonomisti e del centro-destra; oggi, domenica 16 maggio, le parole di Luigi De Magistris sono destinate a far discutere, questa volta a sinistra.

De Magistris sferza la coalizione, formata da Partito Democratico, IdV, Sinistra Ecologia Libertà e Partito Socialista: "Dobbiamo fornire un modello alternativo al berlusconismo partendo dall'unità della sinistra: la frantumazione non porta da nessuna parte, non serve contarsi se si è sempre tra lo zero virgola uno e lo zero virgola due: alle elezioni dobbiamo quagliare".

Del tutto ignaro che esista un'altra sinistra, formata da ALPE e Sinistra per la Città, De Magistris prosegue: "E' fondamentale stendere i propri programmi con la partecipazione della gente. Dobbiamo permettere alle persone di scegliere le formule per dare l'alternativa, e soprattutto di scegliere, attraverso strumenti democratici, chi rappresenta questa alternativa, al di fuori delle segreterie dei partiti".

Un modello che il segretario del Partito Democratico valdostano, Raimondo Donzel, ha rifiutato più volte, ritenendo le primarie del centro sinistra "un possibile boomerang".

De Magistris ne ha anche per l'alleanza tra UV e alleati e centro-destra, definendola una "coalizione intrisa di interessi: in Italia, solitamente ci si unisce per vicende di malaffare"; poi risponde agli amici di Beppe Grillo, che avevano invitato ad annullare la scheda: "Bisogna andare al di là della protesta, che è legittima ma che, fine a sé stessa, non porta a nulla".

In Valle per presentare il suo nuovo libro "Assalto al Pm – Storia di un cattivo magistrato", l'eurodeputato dell'IdV, ex pm di Catanzaro, noto per le inchieste "Poseidon" e "Why not", che hanno coinvolto numerosi politici nazionali, ha incontrato nel pomeriggio i candidati della coalizione all'Hostellerie du Cheval Blanc.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>