Grandi manovre in consiglio regionale, Cognetta: “Mi sa che rimarremo soli in opposizione”

Così il consigliere del M5S, Roberto Cognetta, risponde ai giornalisti che gli domandano a margine della conferenza stampa della Restitution dei nuovi assetti che si stanno delineando in Consiglio regionale.
Da Sx Cognetta e Ferrero - Cinque Stelle
Politica

 "Mi sa che rimarremo soli in opposizione". Così il consigliere del M5S, Roberto Cognetta, risponde ai giornalisti che gli domandano, a margine della conferenza stampa della Restitution, dei nuovi assetti che si stanno delineando in Consiglio regionale. "Sedere in minoranza non vuol sempre dire fare qualcosa di opposizione" chiarisce il grillino.

Il gruppo ha iscritto all’ordine del giorno del prossimo consiglio regionale una mozione che impegna l’aula al rinnovo dell’ufficio di presidenza per il 24 di giugno. "Giunti a questo punto bisognava decidere – aggiunge Cognetta – chi sta in maggioranza e chi in opposizione". 

I consiglieri grillini non hanno poi risparmiato critiche ai due componenti di minoranza dell’Ufficio di Presidenza, Andrea Rosset e Fabrizio Roscio. "E’ strano che finora non si siano mai domandati cosa stava succedendo, la reponsabilità non è solo del povero Presidente Viérin. Agli altri andava tutto bene?."

Infine sulla serata organizzata questa sera con gli altri tre gruppi di minoranza sul decreto "La Buona Scuola", Cognetta chiarisce: "Noi diremo quello che pensiamo su "La Buona Scuola" e non è detto che saremo tutti d’accordo". 
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica