Il segretario di Alpe, Carlo Curtaz e il pesce d’aprile

Il consigliere comunale di Alpe annuncia via mail di volersi candidare come segretario del movimento alle prossime consultazioni "primarie" dell'8 maggio. E qualcuno è caduto nel tranello di questo 1° aprile.
Votantoine
Politica

L’antica arte del pesce d’aprile non perde vitalità, e con internet acquista rapidità e capillarità. Dopo che Silvio Berlusconi a Lampedusa ha annunciato la costruzione di un campo da golf, di un casinò, di una scuola e di un presidio sanitario, nella politica valdostana Carlo Curtaz ha provato ad emularlo. Il consigliere comunale di Aosta dell’Alpe non ha scelto le folle adoranti tanto amate dal presidente del consiglio, ma gli spazi ristretti delle caselle email dei colleghi consiglieri aostani compagni di partito, annunciando loro di volersi candidare come segretario del movimento alle prossime consultazioni “primarie” dell’8 maggio.

Se Berlusconi ha ottenuto approvazione e applausi, anche Dina Squarzino, Mario Vietti, Loris Sartore, Paolo Fedi e Iris Morandi sono caduti nel tranello e dato il loro appoggio al candidato segretario. Anche se, ancora durante l’ultima seduta dell’assemblea comunale, mercoledì, Curtaz aveva smentito ogni suo interessamento alla candidatura: “Ho troppi impegni di lavoro, e quello del segretario è un ruolo impegnativo, da fare quasi a tempo pieno”, aveva detto.

Ieri, invece… “Ci ho pensato tutta la notte, mi sono consultato con alcuni amici, e ho deciso di correre per il posto di segretario”. Oggi, la smentita, sempre via email: “Pesce d’aprile!”.

Come dite? Quello del presidente Berlusconi non era uno scherzo?

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica