La minoranza in un ordine del giorno: “Rollandin non deve fare il Presidente della Regione”

“I Consiglieri regionali implicati in indagini riconducibili direttamente o indirettamente alla criminalità organizzata di stampo mafioso non assumano alcun incarico nella Giunta regionale.” E’ la richiesta arrivata dalla minoranza.
Augusto Rollandin durante la conferenza stampa
Politica

“I Consiglieri regionali implicati in indagini riconducibili direttamente o indirettamente alla criminalità organizzata di stampo mafioso non assumano alcun incarico nella Giunta regionale.” E’ la richiesta contenuta in un ordine del giorno presentato oggi dalla minoranza. La stessa, attraverso Alberto Bertin di Alpe ha chiesto di poter discutere il provvedimento prima dell’elezione del nuovo Governo regionale. Proposta bocciata dalla maggioranza che salvo sorprese procederà quindi ad eleggere prima il destinatario della mozione, Augusto Rollandin, a cui il 17 giugno scorso è stato notificato un avviso di garanzia riguardante il filone dell’inchiesta sulla realizzazione del nuovo parcheggio pluripiano dell’ospedale regionale Umberto Parini di Aosta nel quale viene contestato il reato di abuso di ufficio.
Nel testo dell’ordine del giorno inoltre i consiglieri di minoranza ricordano come “inoltre, che il presidente della regione uscente Augusto Rollandin è stato condannato nel 1994 in via definitiva dalla Cassazione a 16 mesi di reclusione per abuso d’ufficio e per favoreggiamenti in appalti e ha dovuto risarcire la Regione con 480.000 euro a titolo di danno erariale”

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica