La questione profughi apre la seduta del Consiglio regionale

Nella 2 giorni di seduta l'Assemblea sarà chiamata ad analizzare un ordine del giorno composto di venticinque oggetti, di cui 5 interrogazioni, 13 interpellanze e il disegno di legge sul Museo di scienze naturali.
Consiglio regionale
Politica

Sarà ancora una volta la questione migranti a tenere banco domani in Consiglio regionale. La seduta si aprirà, infatti, con un question time presentato dal M5S. Nella due giorni di seduta l’Assemblea sarà chiamata ad analizzare un ordine del giorno composto di venticinque oggetti, di cui 5 interrogazioni, 13 interpellanze e il disegno di legge che reca nuove disposizioni in materia di gestione e di funzionamento del Museo regionale di scienze naturali.

Tre sono le interrogazioni del gruppo Alpe: iniziative per la riduzione dello spreco alimentare dei prodotti freschi e a lunga conservazione, utilizzo dello stemma della Regione nei contrassegni delle liste elettorali, utilisation et plan de valorisation du Château d’Ussel. Altre due sono state presentate dai grillini e dal Pd, rispettivamente per conoscere le attività svolte dal VdA visitors and convention bureau per lo sviluppo del turismo congressuale in Valle e per chiedere notizie relative alla semplificazione del procedimento per l’approvvigionamento degli alimenti da parte delle persone celiache.

Altri argomenti, al centro della seduta, riguardano l’eventuale utilizzo da parte della Regione dei programmi informatici "Open source", le iniziative per il riordino della sanità regionale territoriale e la relazione alla competente Commissione consiliare in merito al collaudo delle opere di contenimento della frana del Mont de la Saxe di Courmayeur, questioni poste da Alpe. 

Il gruppo Movimento 5 Stelle ha proposto due interpellanze per chiedere chiarimenti sulle disposizioni per il rilascio di autorizzazioni ai sorvoli nel comprensorio di La Thuile e sull’affidamento del servizio di elisoccorso mediante contratto a titolo oneroso al Soccorso alpino valdostano.

Quattro sono invece le iniziative depositate dal gruppo Pd-SVdA relative a presunte irregolarità nell’attività di volo effettuata da compagnie elicotteristiche valdostane; interventi per il contenimento del randagismo e per l’introduzione di misure di compensazione per i danni arrecati agli agricoltori; notizie sull’organizzazione e sul finanziamento della "Saison Culturelle"; illustrazione alla competente Commissione consiliare del piano di azione per il rilancio della Casa da gioco di Saint-Vincent.

La futura gestione del servizio sociale professionale, le problematiche riguardanti la distribuzione dei presidi per il monitoraggio della glicemia ai pazienti diabetici; l’estensione della possibilità di accesso al microcredito a microimprese e soggetti bancabili e notizie sull’uso del nuovo farmaco Sofusbovir da parte delle strutture sanitarie per la cura dell’epatite C sono invece le interpellanze presentate da Uvp. 

Il Consiglio proseguirà i propri lavori in sessione europea e internazionale. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica