Laurent Viérin: ‘In Valle d’Aosta il maestro unico non ci sarà’

Niente tagli sui docenti e mantenimento delle scuole di montagna. E il 24 ottobre è in programma un incontro con i sindacati. 'Iniziamo a valutare se ci sono le condizioni per un contratto regionale degli insegnanti'.
Laurent Viérin, assessore regionale all'Istruzione e Cultura
Politica

“Grazie al lavoro svolto dai parlamentari nel decreto Gelmini in discussione al Senato è stata inserita una norma di salvaguardia che riconosce le competenze primarie in materia di istruzione delle Regioni a Statuto speciale”. Parola dell’assessore all’Istruzione, Laurent Viérin, che oggi, venerdì 17 ottobre, ha chiarito quali potrebbero essere le ripercussioni della riforma della scuola voluta dal ministro.

Se la norma di garanzia verrà mantenuta, quindi, nella nostra regione non si inserirà la figura del maestro unico, verranno mantenute le scuole di montagna, saranno salvaguardate le immissioni a ruolo e gli insegnanti di sostegno saranno al riparo dai tagli paventati a livello nazionale

E intanto l’assessore Viérin ha annunciato che venerdì 24 ottobre, alle 15,00, incontrerà le organizzazioni sindacali per analizzare i provvedimenti governativi: “Questa sarà anche l’occasione – ha detto Viérin – per vedere se ci sono i presupposti per un contratto regionale per gli insegnanti e per arrivare ad una scuola totalmente regionalizzata”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte