Louvin sulla trattativa Uv-Pdl: “baratto dell’autonomia contro presunte assegnazioni finanziarie”

"Questi impegni - scrive Louvin - per il cambio di maggioranza in Comune e le porte aperte in Regione sono un cambio di rotta di 180° per tutta la politica valdostana e, al tempo stesso, l’ammainabandiera di ogni residua dignità politica autonomista"
Politica

“Il popolino assiste silente alle grandi manovre romane dei campioni dell’autonomia valdostana." Così Roberto Louvin, capogruppo dell'Alpe in Consiglio regionale commenta le trattative fra l'Uv e il Pdl e in particolare gli accordi che sarebbero stati presi a Roma. 

"Rollandin tratta nella capitale e firma patti segreti con i colonnelli del Popolo delle Libertà – scrive Louvin –  è il baratto dell’autonomia regionale contro presunte future assegnazioni finanziarie per realizzare le grandiose opere che vuole lasciare alla posterità, dall’Aeroporto al Metro."

"Questi impegni  – continua la nota – per il cambio di maggioranza in Comune e le porte aperte in Regione sono un cambio di rotta di 180 gradi per tutta la politica valdostana e, al tempo stesso, l’ammainabandiera di ogni residua dignità politica autonomista. Vent’anni esatti or sono, nel 1990, la trattativa per il Comune di Aosta ha portato, nello spazio di poche settimane, al ribaltamento della giunta Rollandin per la spregiudicatezza con cui si conducevano le trattative. All’epoca, però, Bruno Milanesio era il suo avversario più pericoloso. Oggi è il suo primo alleato. Chissà se qualcuno, nelle fila dell’Union, si è accorto di dove li ha portati il loro capo.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte