Manazzale: “convocazione consiglio comunale, sudditanza rispetto all’Amministrazione regionale”

Così in una nota Valter Manazzale giudica la scelta di convocare per giovedì 13 maggio, il consiglio comunale di Aosta "quando in realtà - si legge nella nota - la legge regionale prevede che nei 45 giorni precedenti alle elezioni non sia più possibile
Politica

"Il Consiglio Comunale di Aosta conclude il suo mandato con lo stesso stile che l’ha contraddistinto in questi 5 anni: arroganza, pressappochismo e sudditanza rispetto all’Amministrazione regionale." Così in una nota Valter Manazzale giudica la scelta di convocare per domani, giovedì 13 maggio, il consiglio comunale di Aosta "quando in realtà – si legge nella nota –  la legge regionale prevede che nei 45 giorni precedenti alle elezioni non sia più possibile deliberare fatto salvo i casi di inderogabilità e urgenza".

Nella seduta di domani, il Piano urbanistico di dettaglio per il polo universitario e all’accordo di programma per l’ampliamento dell’ospedale regionale.

"La modifica all’accordo di programma per l’ospedale
– avente ad oggetto la realizzazione di un’importante area di parcheggio – termina la nota –  pare ancora più grave, dato che non pochi valdostani continuano ad essere contrari a tale nebulosa ed inefficace soluzione. Anche qui, si potrebbe pensare che l’interesse da salvaguardare sia più quello del proprietario, privato, dell’immobile interessato alla realizzazione dei parcheggi previsti dall’accordo, che l’interesse pubblico."

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica