Manifestazione degli studenti ad Aosta. In 200 secondo la Questura, 500 per gli organizzatori

Un lungo corteo di studenti ha animato le vie del centro di Aosta dalle 9 del mattino, con slogan, striscioni e una lunga sosta sotto la sede del PdL in via De Tillier, bersagliata di urla e slogan contro il governo e i tagli della finanziaria.
Manifestazione studentesca in piazza
Politica

Erano duecento secondo la Questura, cinquecento secondo gli organizzatori: un lungo corteo di studenti ha animato le vie del centro di Aosta dalle 9 del mattino, con slogan, striscioni e una lunga sosta sotto la sede del PdL in via De Tillier, bersagliata di urla e slogan contro il governo e i tagli della finanziaria. I principali striscioni recitavano “Finanziaria ladrona la scuola non perdona” e “No alla scuola del padrone, compagni studenti, autogestione”.

“E’ una manifestazione certamente riuscita – spiegano Alessandro Pascale e Andrea Padovani, tra gli organizzatori – ma è difficile quantificare il numero preciso di aderenti perché si sono un po’ persi durante il corteo. Qui in piazza, in chiusura di manifestazione, siamo 350-400”. “Anche in Valle d’Aosta siamo preoccupati per i tagli – sostiene Matteo Castello, tra i leader del movimento studentesco valdostano – perché, nonostante le risorse in più, la Regione non riuscirà a tappare le falle a lungo con le proprie risorse. Quella valdostana non è un’istruzione di qualità, nonostante un surplus di risorse”.

La manifestazione, organizzata da Rete Contesta assieme ai Giovani comunisti e ai Giovani democratici, hanno aderito anche esponenti dei partiti, tra cui Raimondo Donzel, segretario del PD valdostano, Francesco Lucat, coordinatore della Federazione della Sinistra, e alcuni sindacalisti della scuola. In coda al corteo si è visto anche uno sparuto di ragazzi aderenti a Casapound, presenti, fanno sapere dall’Associazione, a titolo personale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte