Marco Carlin e Daniela Lale Demoz in corsa per il futuro di Saint-Pierre

Due liste a Saint-Pierre: “Le sempierolen per Saint-Pierre” è la formazione che propone Daniela Lale Demoz alla carica di sindaco e Loris Cheney a quella di vice; “Saint-Pierre indipendenti” propone Marco Carlin e Paolo Lavy.
Daniela Lale-Demoz e Marco Carlin
Politica

 Due liste a Saint-Pierre: “Le sempierolen per Saint-Pierre” è la formazione che propone Daniela Lale Demoz alla carica di sindaco e Loris Cheney a quella di vice; “Saint-Pierre indipendenti” propone Marco Carlin e Paolo Lavy.

“I punti di forza del nostro programma – spiega Daniela Lale Demoz desiderano essere un diverso modo di approciare e coinvolgere la popolazione che si sente di interagire con l'amministrazione nelle scelte da portare avanti per il paese e perciò il dialogo, il confronto e la trasparenza, per recuperare anche quella disaffezione che regna e che toglie importanti risorse umane al servizio del paese e la creazione di un paese più vivibile e più fruibile a tutte le fasce generazionali, più a misura d'uomo. Per il recupero di quel senso di appartenenza ad una comunità tendente ad  abbattere l'individualismo imperante”. E sulla squadra aggiunge: “Siamo un gruppo eterogeneo di professionalità ed esperienze ma omogeneo di obiettivi ed intenti, che intende lavorare con la partecipazione attiva e costruttiva di tutti i cittadini, affinchè tornino ad amare, in modo positivo, il loro paese”.

Marco Carlin: “La lista “Saint Pierre” è composta da elementi dell’Union Valdotaine , della Stella Alpina e da indipendenti. Più della metà dei componenti è nuovo e l’età media è di  circa  45 anni. Il termine continuità assume così una connotazione alquanto soggettiva. Abbiamo l’ambizione di voler far apprezzare le caratteristiche di un paese che mantiene forti le proprie radici a tutti coloro che l’hanno scelto ultimamente e soprattutto a coloro che se lo possono godere solamente al termine di una giornata lavorativa. Un paese ancora paese.

"Nel nostro programma – prosegue – mancano riferimenti alle politiche sociali, turistiche, culturali, giovanili ed agricole. Non sono sottovalutazioni; riteniamo, in quanto materie da trattare necessariamente a livello più allargato, di dover entrare nel merito insieme ai soggetti di volta in volta interessati. Riteniamo di dare la massima priorità alla realizzazione del progetto inerente il nuovo approvvigionamento idrico che porterà acqua potabile dall’alta Valsavarenche”.

Marco Carlin è cosigliere di maggioranza nella gruppo del sindaco uscente Giuseppe Jocallaz, che abbandona a malincuore dopo 15 anni; Daniele Lale Demoz ha una forte esperienza nel settore del volontariato (Croce rossa) ma è un volto nuovo della politica.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte