Milanesio per la conversione della Testafochi? Louvin: “Scelta da condannare”

Milanesio a capo della società che guiderà la riconversione della Testafochi. Rollandin: “Milanesio avrà una funzione amministrativa. E’ stato scelto per la conoscenza che ha dei meccanismi regionali e comunali".
L'attuale Caserma Testafochi
Politica

Nel consiglio regionale di oggi,  21 ottobre, si è parlato della nomina di Bruno Milanesio a capo della società incaricata della riconversione della Testafochi in Università della Valle d'Aosta. "Ci sembrava alquanto improbabile – ha detto Roberto Louvin (VdaVive) – che dopo le traversie che avevano visto protagonista il geometra Milanesio la persona scelta fosse proprio lui, invece ci sbagliavamo. Per la nascita del Campus si parla di un progetto di 90 milioni di euro, ci chiediamo quali siano i titoli manageriali posseduti da Milanesio, quali i suoi precedenti, quali le sue esperienze condotte sul campo e, perché no, quali le sue vicende di carattere penale? Forse in Valle poteva essere allargata un po' la rosa dei candidati, forse si poteva guardare anche ad altre persone. Stiamo infatti parlando di soggetti che saranno a capo di società cruciali per lo sviluppo della città di Aosta".

La risposta è arrivata direttamente dal presidente della Regione, Augusto Rollandin. "Mi pare – ha detto – che in parte l'interpellante si sia già risposto da solo. Mi sembra poi che la conoscenza tra l'interpellante e Milanesio sia molto buona, io lo conosco molto meno. Non risultano condanne a carico di Milanesio per reati di tipo urbanistico, e l'abbiamo scelto per la sua conoscenza sia dei meccanismi della Regione sia di quelli del Comune. Il suo compito sarà più che altro amministrativo, non certo tecnico". "Sono partite le grandi manovre sulle opere pubbliche", ha ribadito Louvin che parla di "una saldatura di interessi politici forti che fa perno sull'asse Rollandin e Milanesio. Vediamo con preoccupazione la scelta di Milanesio e la condanniamo sul piano politico".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica