Pdl, per le regionali l’unica alternativa è la coalizione autonomista liberale

L'alleanza esistente in Regione è, secondo il Pdl, "l’unico baluardo in grado di evitare di consegnare la nostra regione alle sinistre nella prossima legislatura e di proseguire in una logica di continuità con il proficuo lavoro".
Alberto Zucchi
Politica

"Dal quadro politico nazionale e regionale che si presenta come il terreno di scontro per una battaglia bipolare risulta ancor più evidente la necessità di unire tutte le forze per sconfiggere le costituite e costituende formazioni autonomiste rinforzate dalla sinistra." Cosi il coordinamento regionale del Pdl, riunitosi ieri sera per analizzare il risultato delle elezioni politiche e stabilire le strategie in vista delle prossime elezioni regionali, fissate tra meno di 90 giorni.

"Il PdL della Valle d’Aosta  – si legge in una nota – considera la coalizione autonomista liberale, già esistente, rappresentata dalle attuali forze di maggioranza in regione e al Comune di Aosta come l’unico baluardo in grado di evitare di consegnare la nostra regione alle sinistre nella prossima legislatura e di proseguire in una logica di continuità con il proficuo lavoro intrapreso, pur in un momento particolare e difficile."

Sulla vittoria di Lanièce-Marguerettaz il Pdl torna poi a esprimere soddisfazione. "E’ di tutta evidenza politica e numerica – spiega la nota – infatti, che la scelta inedita, pur sofferta e ponderata, di desistere in questa tornata elettorale ha consentito la vittoria dei due candidati autonomisti che non andassero ad implementare il numero delle sinistre nel nuovo Parlamento."

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica