Per il meetup Aosta 5 Stelle arriva la diffida dal M5S nazionale

La diffida a utilizzare il simbolo e del nome del M5S arriva al meetup da Roberto Fico. "Questo meetup è sempre assomigliato più ad una sezione di partito, che ad una libera aggregazione di cittadini" scrivono gli organizer degli altri meetup.
Politica

Una diffida a utilizzare il simbolo e del nome del MoVimento 5 Stelle arriva dagli organi nazionali al meetup Aosta 5 Stelle, creato meno di un anno fa dal consigliere regionale Stefano Ferrero e dal consigliere comunale Luca Lotto. A darne notizia sono gli organizer degli altri meetup Manuel Voulaz per Bassa Valle, Luciano Mossa ed Elisa Tripodi per Aosta e dintorni e Massimo Balegno per la Media Valle.

"Il meetup Aosta 5 Stelle è sempre stato un meetup anomalo: l’utilizzo del simbolo (seppur modificato) o del nome “5 stelle” è infatti proibito dal regolamento stesso del MoVimento, come specificato a Imola e nella lettera ai meetup di Roberto Fico e Alessandro Di Battista" si legge nella nota "Questo meetup è sempre assomigliato più ad una sezione di partito, che ad una libera aggregazione di cittadini. Sin dall’inizio, ha sempre adottato il vecchio sistema politico gerarchico, con i leader a capo, piuttosto che quello che vuole essere l’espressione propria del movimento ovvero "uno vale uno". Poche le iniziative (e sempre legate ai “fondatori”), molti gli attacchi personali ad alcuni nostri portavoce".

I tre organizer si schierano, quindi, con il consigliere regionale Roberto Cognetta. "Attaccato e infangato più volte, proprio da chi oggi riceve la sfiducia del MoVimento 5 Stelle, al solo scopo di mettersi in risalto".
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte