Politica di Domenico Albiero |

Ultima modifica: 19 Giugno 2018 18:41

Più vicino il referendum sul pirogassificatore. Oggi il parere della Commissione

Aosta - Le commissioni “Assetto del territorio” e “Servizi sociali” hanno detto “no” alla proposta di legge di iniziativa popolare che intende escludere la possibilità di costruire e di utilizzare impianti a caldo di smaltimento dei rifiuti.

Palazzo regionale

Si avvicinano i tempi del referendum contro il pirogassificatore. Infatti, oggi, venerdì 23 marzo, le commissioni “Assetto del territorio”, presieduta da Dario Comé, e “Servizi sociali”, presieduta da Gabriele Maquignaz, hanno espresso a maggioranza parere contrario sulla proposta di legge di iniziativa popolare riguardante nuove disposizioni in materia di gestione di rifiuti. Un testo che si compone di un unico articolo che intende escludere la possibilità di costruire e di utilizzare impianti a caldo di smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati.

Ora se ne discuterà durante l’adunanza del Consiglio regionale del 4 e 5 aprile prossimi e se, come sembra scontato, l’assemblea dovesse ribadire il “no”, il percorso verso il referendum sarà inevitabile.

“Le audizioni svolte in Commissione ci hanno maggiormente confortato sulla scelta fatta dal Consiglio regionale per la realizzazione di un pirogassificatore – affermano i presidenti Comé di Stella Alpina e Maquignaz dell’Uv -. Tutti i tecnici ascoltati hanno riconosciuto come le nuove tecnologie, per quanto riguarda gli impianti a combustione, oggi permettono di catturare una percentuale altissima pari al 99 per cento delle emissioni. Pertanto, le ricadute sia sanitarie che ambientali sono irrilevanti”.

Hanno votato a favore, invece, gli esponenti dei due partiti di opposizione: Alpe e Pd. Per Patrizia Morelli “rincresce che la maggioranza regionale sia rimasta sorda all’appello lanciato da tanti cittadini valdostani contro la realizzazione del pirogassificatore. Un impianto che condizionerà pesantemente la nostra regione per più di vent’anni”.

“Le audizioni – ha dichiarato invece Raimondo Donzel del PD – hanno fatto emergere che il pirogassificatore è un’opera sovradimensionata per il territorio regionale, con costi che si scaricheranno sulle tasche dei cittadini”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>