Saint-Vincent: via 18 controllori dalla casa da gioco

14 lavoratori saranno riassorbiti nell'organico della Giunta regionale mentre per altri 4 si attiveranno le procedure del prepensionamento.
Politica

La casa da gioco di Saint-Vincent a breve avrà 18 controllori in meno. Annunciato durante l’estate comincia a delinearsi il piano di riorganizzazione del settore. A svelarne i tratti è l’Assessore regionale al Bilancio, Ego Perron.

“E’ stata proclamata la dichiarazione di 18 eccedenze di cui 14 verranno riassorbite nell’organico della Giunta regionale e per 4 verranno attivate le procedure di prepensionamento previste dalla legge Fornero” ha detto in aula l’Assessore. Una decisione legata al calo di presenze e incassi registrato negli ultimi anni ma anche “alle robuste novità nel campo della tecnologia”.

Per i 27 controllori, dipendenti dell’Amministrazione regionale, che continueranno a lavorare presso la casa da gioco ci sarà una “revisione delle attività e delle competenze operative. – ha annunciato Perron –  Verrà mantenuta la garanzia di tutte le operazioni di certificazione e di una presenza fisica nella sala da gioco ma con meno risorse bisognerà trasformare alcune attività e intervenire sui protocolli di accesso alla videosorveglianza”. Un risparmio che a regime dovrebbe ammontare a 220mila euro.

Per Uvp Laurent Viérin ha chiesto a Perron di “monitorare la questione in commissione , per evitare scelte unilaterali anche perché da parte dei lavoratori c’è preoccupazione”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte