Scuola, ricevibili le petizioni contro la riforma Rini e lo spostamento del Regina Maria Adelaide

Le iniziative sono state assegnate alle competenti commissioni consiliari e inviate dall'Assessore all'Istruzione e al Presidente della Regione.
I promotori della petizione per il Liceo Regina Maria Adelaide
Politica

Via libera dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale alle due petizione popolari in materia di scuola arrivate nei giorni scorsi. 

La prima, sottoscritta da 2535 cittadini e promossa dal Comitato "SOS école VdA", si oppone alla Riforma Rini chiedendo: di sospendere i tagli degli organici della scuola media, individuare le risorse necessarie per il potenziamento dell’offerta formativa della scuola superiore, prevedere un piano straordinario di assunzioni per il precariato storico già abilitato nonché di aprire un confronto con tutte le componenti della scuola valdostana. L’iniziativa è stata assegnata, per l’istruttoria del caso, alla quinta Commissione consiliare "Servizi sociali" ed è stata inviata al Presidente della Regione e all’Assessore all’istruzione e cultura.

La seconda iniziativa, sottoscritta da 1475 cittadini, chiede di non spostare a sede del Liceo Regina Maria Adelaide venga mantenuta in via Torino che, secondo gli indirizzi regionali, dovrebbe essere delocalizzata in Regione Tzamberlet. L’Ufficio di Presidenza ha trasmesso la petizione al Presidente della Regione, all’Assessore all’istruzione e cultura, all’Assessore alle opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica, nonché alla terza Commissione consiliare "Assetto del territorio" e alla quinta Commissione "Servizi sociali", competenti per materia.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica