VdAvive: “Speravamo in un incremento del PD”. Fédération Autonomiste “manteniamo l’elettorato”

Quando il voto dell'elettorato ha ormai disegnato il quadro finale, arrivano i primi commenti dai movimenti. Delusa VdAvive per un risultato non esaltante. La Fédération, mentre attende il risultato in alcuni comuni importanti, si dice soddisfatta.
elezioni regionali - paolo louvin
Politica

"Un risultato vicino alle aspettative per quanto ci riguarda anche se c'è delusione per il risultato del programma comune. Pensavamo che il PD e l'aria di rinnovamento che portava con sé potesse segnare un incremento".  E' il commento di Paolo Louvin di VdA Vive quando siamo a 130 comuni scrutinati su 150. Il commento amareggiato riguarda anche il risultato dell'Arcobaleno "che in qualche modo risente del recente risultato a livello nazionale" – continua Louvin. Un risultato non esaltante dunque che vede uno scarto importante tra le due coalizioni. 

"La Valle d'Aosta subisce l'influsso di un Union Valdotaine che entra con forza in tutte le attività e nelle famiglie – aggiunge il coordinatore di VdA Vive – c'è sempre qualcuno da ringraziare e questo avviene ogni cinque anni".

La coordinatrice di Fédération Automiste, Maria Cristina Vasini, candidata a queste elezioni regionali, nel commentare il risultato di coalizione si dice contenta "passiamo al 1° turno rispetto a quanto qualcuno ha voluto far credere all'elettorato" commenta "Per quanto ci riguarda teniamo la base del nostro elettorato anche se per dare una fotografia più puntuale siamo in attesa del risultato di alcuni comuni per noi importanti: Chatillon, Quart e Donnas. Nel frattempo a Quart il risultato evidenzia un UV in pole position (il sindaco Andrea Rosset è in seno al movimento) con il 51% dei voti. Fédération tocca quota 4,78%. Il PdL ottiene l'11,97%, Stella Alpina il 9,88%, VdAvive-Renouveau l'8,72%, Arcobaleno il 6,03 e il PD il 7,61. 

 

 

 

Quando siamo a 130 sezioni scrutinate su 150 e il risultato di questa

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica