Viérin replica a Rollandin: “Non uno, ma migliaia di unionisti hanno disobbedito”

Il Presidente della Regione oggi aveva parlato di incoerenza riferendosi al fatto che l'ex Assessore fosse andato a votare per il referendum nonostante l'esistenza di un accordo sul non voto. Viérin: "Decisione che altri hanno preso".
Politica

"Non uno, ma migliaia di unionisti hanno disobbedito e sono stato incoerenti". Laurent Viérin ribatte alle dichiarazioni di oggi del Presidente della Regione, Rollandin che nella consueta conferenza stampa di Giunta aveva parlato, riferendosi a Viérin, di incoerenza in relazione alla decisione dello stesso di recarsi a votare.

"Sul "non voto"  – continua Viérin – credo sia una strana concezione della democrazia il fatto di comunicare una decisione che altri hanno preso – non si capisce bene tra l’altro chi e in che sedi le abbia assunte – visto che il Conseil federal, che rappresenta la base dell’Union, gli eletti e tutto il territorio, e che è rappresentativo del popolo unionista, non è stato riunito, e poi pretendere che tutti la seguano".

E ancora sulla mancanza di dialogo e condivisione "trovo che sia un vecchio modo di fare politica il fatto di non voler dialogare con l esterno e cercare di tenere tutto nascosto nelle sedi dei partiti e nelle stanze dei bottoni… La gente, la comunità ha bisogno di partecipazione e di conoscere le idee, le sensibilità ed i punti di vista che esistono ed è matura per capire, per scegliere e valutare, e non ha bisogno dei filtri della politica e del politichese che qualcuno ancora vorrebbe".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte