Pubbliredazionali di Massimiliano Riccio |

Ultima modifica: 7 Dicembre 2019 10:16

Weekend sulla neve: viaggio fra discese e paure!

Aosta - La Valle d’Aosta è meta regina e gli italiani preferiscono lo sci allo snowboard. Ma optano anche per concedersi un bicchierino durante i weekend sulla neve.

SciSci

La Valle d’Aosta è tra le mete migliori per gli italiani che amano lo sci.

Trascorrere un weekend sulla neve è un’esperienza irrinunciabile per tanti italiani. E ci permette di entrare in contatto con un microcosmo variegato e introvabile altrove. Sarà proprio per questo che gli italiani d’inverno non hanno dubbi: se devono concedersi una pausa dalla quotidianità, scelgono la montagna. È quanto emerge dall’indagine Gente da Neve 2019 di Expedia.it, portata a termine su un campione di 1000 italiani di ogni età. Il 67% dichiara infatti di optare per sci e snowboard, mentre il 14% preferisce l’arrampicata, l’escursionismo o l’andare in bicicletta. Soltanto l’8% opta per una vacanza al mare e al caldo, mentre il 6% ne approfitta per visitare una città.

Weekend sulla neve, un must in Valle d’Aosta

Tra sci e snowboard, non c’è partita: gli italiani intervistati votano la disciplina più classica (87%), mentre il 34% predilige la tavola. Le piste si raggiungono in macchina (lo afferma l’85% del campione) e di sicuro in Valle d’Aosta l’offerta non manca. La nostra regione è l’autentica regina dei weekend sulla neve, con possibilità di divertimento sul Monte Bianco, su quello Rosa e sul Massiccio del Gran Paradiso. Le mete sono ovunque rinomate: da Courmayeur a Cervinia, da Champoluc a La Thuile, passando per Pila e il piccolo paesino di Champorcher. Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Un po’ di alcool, senza esagerare

Una cosa è certa: un weekend sulla neve si porta con sé il decisivo capitolo del dopo-sci. Gli italiani amano passeggiare e scoprire le città montane (42%), concedersi piatti tipici locali (41%) e rilassarsi alla spa (40%). E allo stesso tempo si lasciano andare a qualche bicchiere di alcool, ma senza esagerare: il 48% afferma di bere 1-2 unità al giorno, mentre il 22% aumenta il tiro con 3-4 unità quotidiane.

La parola all’esperto

“Gi sciatori della Valle d’Aosta sono certamente fortunati, perché possono decidere di concedersi una giornata sugli sci anche all’ultimo secondo. È però vero che se l’intenzione è quella di andare a sciare più volte all’anno, prenotare una notte in hotel potrebbe essere una buona idea. Soprattutto per godersi al meglio tutto ciò che le località sciistiche possono offrire per le serate. Dal relax in spa, alla cena tipica in rifugio. Inoltre, poter inforcare gli sci sulla neve appena battuta e subito dopo colazione, non ha davvero prezzo” ha dichiarato Michele Maschio di Expedia.it.

I timori fra pista e montagna

A volte, un weekend sulla neve può anche… spaventare. Il 25% degli italiani intervistati da Expedia.it ha dichiarato di pensare ai rischi dello sci, ossia cadute, infortuni, ecc. Ma si registrano anche “paure” di altre tipologie: il 23% afferma infatti di “temere” una cultura après-ski troppo pacchiana, mentre il 20% si augura che l’inevitabile freddo non sia insopportabile. C’è persino un 11% che ha paura degli snowboarders a cui corrisponde il 6% che teme invece gli sciatori. Troviamo addirittura chi teme per la propria tenuta fisica (7%), pensando di non riuscire a restare in attività tutto il giorno. Per fortuna il partito più grande è rappresentato da chi afferma di non temere nulla di tutto ciò, ossia quasi il 26% del campione.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>