Il Presidente della Regione commissaria il Consorzio Pesca

Consorzio Pesca commissariato. Si conclude così una querelle iniziata mesi fa che aveva portato alla sfiducia da parte del consiglio d'amministrazione dell'attuale del Presidente del Consorzio regionale per la tutela,...
Società

Consorzio Pesca commissariato. Si conclude così una querelle iniziata mesi fa che aveva portato alla sfiducia da parte del consiglio d’amministrazione dell’attuale del Presidente del Consorzio regionale per la tutela, l’incremento e l’esercizio della pesca in Valle d’Aosta, Pietro Ferraro.

La decisione dello scioglimento del Consiglio d’amministrazione e del relativo commissariamento è arrivata ieri con un decreto del Presidente della Regione, Luciano Caveri, su proposta dell’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali, Giuseppe Isabellon.
Spiegano Caveri e Isabellon: ?la scelta si è resa necessaria in seguito alla grave e non sanabile crisi istituzionale verificatasi in seno al Consorzio, con conseguente impossibilità di funzionamento del relativo Consiglio di amministrazione.?

Pietro Ferraro, eletto due anni fa, era stato posto sotto accusa dal Consiglio d’Amministrazione per i metodi ? accentratori? con cui aveva gestito il Consorzio e per la cattiva gestione della semina delle trote.

A traghettare il Consorzio verso un nuovo consiglio di amministrazione, che dovrà costituirsi entro i prossimi cinque mesi, sarà Paolo Oreiller attuale Direttore della Direzione flora, fauna, caccia e pesca dell’Assessorato Agricoltura e Risorse naturali.
In qualità di Commissario straordinario, Oreiller, assumerà i poteri spettanti al Consiglio di amministrazione e al Presidente del Consorzio.


Auspico fortemente –
commenta Isabellon in una nota – il risanamento delle divergenze in un clima sereno e collaborativo, con conseguente ripristino, in tempi brevi, delle normali condizioni di funzionamento.?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società