Nel 2009 oltre 150 donne si sono rivolte al Pronto Soccorso dopo aver subito violenze

Il 25 novembre ritorna la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. In Valle d'Aosta sono state organizzate diverse iniziative: incontri, dibattiti, film, musica e teatro per sensibilizzare. Tra gli ospiti della rassegna anche Giuliana Sgrena.
Presentazione della giornata del 25 novembre 2010
Società

Nel 2009 sono state 153 le donne, vittime di violenza, che si sono rivolte al Pronto soccorso. Nel 2006  erano state 91. In Valle d’Aosta ad occuparsi del problema lavora da alcuni anni una rete composta da rappresentanti dell’Azienda Usl, dell’Assessorato alle Politiche sociali, della Consulta regionale femminile e dalla Consigliera regionale di Parità. E a breve dovrebbero entrare a farne parte anche i sindacati.

Il tema della violenza sulle donne conquista ogni anno le pagine delle cronache grazie ad una giornata internazionale di sensibilizzazione istituita dall’Onu e che si celebra il 25 novembre.
Come avviene ormai da cinque anni anche la Valle d’Aosta partecipa alla giornata con un calendario di iniziative, organizzate proprio dalla Rete “25 novembre” tese a raggiungere pubblici diversi.

Il primo appuntamento è per venerdì 19 novembre alle 21 al Theatre de la Ville con un récital proposto da Replicante Teatro e dai Tamtando dal titolo “Violenza contro le donne: musica e parole per conoscere e per reagire”.

Il clou dell’iniziativa sarà il 25 novembre prossimo alla Cittadella dei Giovani di Aosta. Dalla mattina 130 ragazzi dell’Ipra di Chatillon e del Liceo Classico di Aosta analizzeranno alcuni cortometraggi, presentati al Festival di Venezia nell’ambito del progetto “Action for women”. Nel pomeriggio sono previsti momenti di dibattito e riflessione anche grazie alla proiezioni di alcuni documentari dedicati al tema della giornata di quest’anno: la tratta e la mutilazione genitale.
Alle 21 la giornalista Giuliana Sgrena, rapita nel 2005 in Iraq, presenterà il suo libro “Il ritorno. Dentro il nuovo Iraq”. Il calendario di iniziative si chiuderà a Pont-Saint-Martin, il 26 novembre alle 21 alla Biblioteca comunale, con la presentazione di un altro libro “Le donne non invecchiano mai” di Iaia Caputo.
Come ogni anno poi la Saison culturelle si intreccia al programma dedicando la proiezione di un film sul tema “About Elly” (23/24 novembre) e le biblioteche  territoriali offrono vetrine tematiche.

La rete interistituzionale, oltre ad organizzare le manifestazioni per il 25 novembre, si occupa di formare gli operatori del pronto soccorso valdostano (154 operatori formati tra il 2008/2009) e a breve anche le forze dell’ordine. “Il tutto – ha spiegato la dott.ssa Stefania Riccardi – per renderli maggiormente consapevoli sul da farsi”

La rete promuove poi iniziative di sensibilizzazione per gli studenti e ha lanciato due diversi servizi presenti sul territorio regionale:  il Centro Arcolaio rivolto alle donne sole con figli – 10 donne accolte nel 2010 – e da ultimo il progetto Tulipa Neye per l’accoglienza delle donne vittime di tratta.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società