Sport di Massimiliano Riccio |

Ultima modifica: 9 Febbraio 2020 11:29

Federica Brignone seconda nella discesa di Garmisch

Aosta - La valdostana ha chiuso la discesa libera di Garmisch al secondo posto, grazie ad una gara quasi perfetta, dietro solo alla padrona di casa  Viktoria Rebesnsburg, staccata di 66 centesimi. Terza la ceca Ester Ledecka.

Federica Brignone foto Pier Marco Tacca PentaphotoFederica Brignone foto Pier Marco Tacca Pentaphoto

Continua il momento magico di Federica Brignone che questa mattina ha messo a segno l’ennesimo colpo di una stagione incredibile. La valdostana ha chiuso la discesa libera di Garmisch al secondo posto, grazie ad una gara quasi perfetta, dietro solo alla padrona di casa Viktoria Rebesnsburg, staccata di 66 centesimi. Terza la ceca Ester Ledecka a 83 centesimi. Quarta Sofia Goggia, al nono posto Francesca Marsaglia, ventesima Elena Curtoni.

Per Brignone si tratta del nono podio stagionale, grazie a quattro vittorie, quattro secondi e un terzo posto, confermando il grande stato di salute e l’autentica poliedricità.  ‘Pettorale rosso’ in Gigante, SuperG e Combinata, nella classifica di specialità risale due posizioni e ora è quarta, con 234 punti, graduatoria che vede al comando la svizzera Corinne Suter (oggi quinta; a quota 317). Nella generale, Brignone sale a 1035 punti e rafforza la seconda posizione alle spalle della statunitense Mikaela Shiffrin. Domani, alle 11.15, di nuovo in pista a Garmisch, dove in programma c’è il SuperG.

“Questa stagione sta andando sempre più in salita e per me è semplicemente incredibile” , ha spiegato l’atleta di La Salle. “So cosa posso fare con i miei sci, ho una grande confidenza con loro, e penso che l’atteggiamento stia facendo la differenza. Oggi è una vera Discesa e sono davvero contenta di come ho sciato. Dopo Bansko se ne sono sentite di tutti i colori, sulla pista. Oggi invece è una vera Discesa e ho cercato di spingere al massimo, sapevo di aver fatto un errore in cima, però sono stata veloce. Ho dato il massimo e sono soddisfatta: oggi la Rebensburg era imbattibile. Oggi davvero non guardo i punti, Mikaela non è qui e mi dispiace molto per quello che le è successo. Io faccio le mie gare e guardo ai miei risultati e preferisco non parlare del dolore altrui. Domani c’è il SuperG, io ci proverò. Ripartirò da come ho sciato oggi e vedremo il risultato”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>