Sport di Simone Dian |

Ultima modifica: 9 Settembre 2019 8:17

Franco Collé è già in testa al Tor, ritirata Lisa Borzani

Valgrisenche - Alla prima base vita primo Collé che vola sul tracciato, seguito da Peter Kienzl e Romain Olivier. Lisa Borzani abbandona al Rifugio Deffeyes.

Tor des Géants 2019 - Rifugio Deffeyes - Foto Nadir BalmaTor des Géants 2019 - Rifugio Deffeyes - Foto Nadir Balma

Franco Collé è arrivato alla base vita di Valgrisenche alle 18:50, per primo, accolto da una folla festante. ICollé si è detto “contento e soddisfatto”: poche parole ma significative che denotano freschezza e voglia di vincere. Il gressonaro ha tutta l’aria di voler portare a casa un tris mai messo a segno da nessuno nella storia del TOR: sta letteralmente volando sul tracciato, seguito a sei minuti da Peter Kienzl, giunto insieme al francese Romain Olivier. Con 10 minuti di distacco dal valdostano, quarto e quinto, arrivano Oliviero Bosatelli e Francesco Cucco, abile a tenere il ritmo dei top runner in testa. La lotta per il primo posto resta comunque aperta e abietta ai pronostici, visti i distacchi non così proibitivi fra gli atleti della testa. Sono tutti infreddoliti, stanchi  ma sorridenti e felici. Pronti a rifocillarsi e partire per non lasciare margini agli avversari inseguitori. In molti gli appassionati presenti a tifare per gli atleti ed i propri beniamini.

Vola Sonia Furtado, la regina Lisa Borzani costretta ad abdicare
A guidare la classifica femminile è Sonia Furtado, prima al passaggio al rifugio Deffeyes, seguita a otto minuti di distanza da Silvia Triguerros Garrote e Pauly Jocelyne, da tenere d’occhio viste le recenti vittorie al Grand Trail de Vallée d’Ossau e all’Euskal raid Endurance Trail. Quarta la quotatissima Darcy Piceu, coriacea statunitense che prende venti minuti dalla prima. La classifica, in questo caso, sembra essere meglio definita e caratterizzata da distacchi più ampi e netti.

Gli abbandoni sfiorano già la doppia cifra, sono 10. Celebre e triste è quello di Lisa Borzani che era in cerca di riscatto dopo l’assenza dello scorso anno causata da un infortunio. Un dolore al ginocchio l’ha costretta ad alzare bandiera bianca. Gli atleti proseguiranno ora verso la Val di Rhêmes passando per il temibile Col Fenêtre.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo