Gran Trail Courmayeur, a luglio la prima edizione

I percorsi saranno due con partenza e arrivo a Courmayeur: la prima, di 80 km, con un dislivello positivo positivo di 4.800 metri, da coprire in un tempo massimo di 22 ore; e la seconda, di 50 Km con un dislivello di 2.800 metri e tempo massimo di 13 ore.
Gran Trail Courmayeur
Sport

L’appuntamento con il trail estivo nel territorio della Valdigne, nel 2013 si sposta da Morgex ai piedi del Monte Bianco, con la prima edizione di una nuova gara, il Gran Trail Courmayeur, organizzato dalla coalludata società sportiva VDA Trailers, conosciuta a livello internazionale grazie al Tor des Géants.

La corsa si svolgerà il 13 e il 14 luglio 2013. L’intento degli organizzatori è quello di proporre una gara spettacolare sia dal punto di vista paesaggistico che da quello sportivo. I percorsi saranno due, in un’unica tappa con partenza e arrivo a Courmayeur: la prima, di 80 km, con un dislivello positivo positivo di 4.800 metri, da coprire in un tempo massimo di 22 ore; e la seconda, di 50 Km, con un dislivello positivo di 2.800 metri, con un tempo massimo di 13 ore.

L’apertura ufficiale delle iscrizioni è prevista a partire da oggi, venerdì 12 aprile, attraverso il nuovo sito internet della corsa. Le quote d’iscrizione previste sono di 80 euro per la prima corsa e di 50 per la seconda.

Non ci sono limitazioni previste al numero di concorrenti.
Nessun curriculum sportivo viene richiesto per partecipare alla gara, viene però più volte ribadita, al momento dell’iscrizione e sul regolamento di gara, la necessità di possedere un allenamento ed una esperienza nella corsa in montagna e nel trekking.  Per iscriversi e partecipare alla corsa è necessario essere in possesso di certificato medico sportivo valido per l’attività agonistica, da produrre entro la data di chiusura delle iscrizioni

Il percorso
Il percorso si snoda prevalentemente nel territorio del Comune di Courmayeur, con partenza ed arrivo dal centro del paese, lungo le due balconate di fronte al Monte Bianco della Val Veny e Val Ferret, su sentieri escursionistici anche di discreta tecnicità, ma senza particolari difficoltà. Tra questi, la zona di attraversamento tra il Colle di Youlaz e il Col Chavanne, la discesa dal Col de la Seigne verso il rifugio Elisabetta e Lago Combal, passando per il Colle delle Pyramides Calcaires, il passaggio panoramico al Mont Chetif, la balconata della Val Ferret tra il rifugio Bertone ed il rifugio Bonatti, panoramica su Courmayeur da La Suche.

Il doppio passaggio per il centro del paese (arrivo variante 50 km e passaggio intermedio per la corsa da 80km) offre inoltre una maggior visibilità alla corsa ed un più facile seguito da parte di spettatori ed appassionati. Il tracciato è molto tecnico, visti gli importanti dislivelli, ma su sentieri che non presentano particolari difficoltà. Il passaggio sulle strade asfaltate è ridotto al minimo, solo nei pressi del centro abitato la corsa dovrà passare su vie pubbliche.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati