La Ryder Cup sul Monte Bianco: Tee Shot dalla terrazza d’Europa

Ha preso il via da Skyway Monte Bianco la “Road to Rome 2022”, la marcia di avvicinamento verso la più importante manifestazione golfistica.
Nearest to the Pin sulla terrazza di Punta Helbronner
Sport

Ha preso il via ieri, lunedì 4 settembre, dal tetto d’Europa ai 3.500 metri di Punta Helbronner la “Road to Rome 2022”, la marcia di avvicinamento verso la più importante manifestazione golfistica, che vedrà sfidarsi a Roma, sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club, i 12 migliori giocatori europei e i 12 migliori giocatori americani.

Nella sala conferenze della Funivia Skyway Monte Bianco al Pavillon du Mont Fréty, con il trofeo in oro della Ryder Cup giunto dall’Inghilterra, la presentazione alla stampa ha visto gli interventi di Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali FIG; Richard Hills, Ryder Cup Director; Pierluigi Marquis, Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta; Claudio Restano, Assessore al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti; Carlo Norbiato, Consigliere segretario dell'Assemblea valdostana. Presente in sala Luigi Valerio Sant’Andrea, Capo Dipartimento per lo sport – Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha portato i saluti del Ministro per lo Sport Luca Lotti, ricordando che questo Governo ha sempre creduto nel Progetto Ryder Cup 2022, un percorso della durata di undici anni.

“Ogni anno – ha detto Gian Paolo Montali – sono previsti cinque appuntamenti nei luoghi più belli e suggestivi d'Italia dove verrà portata la prestigiosa coppa per renderla riconoscibile come un’icona. Vogliamo che il golf diventi un veicolo per lo sviluppo del territorio, come da impegni presi con il Governo e puntiamo a trasformare l'Italia in un Paese a vocazione golfistica facendo da volano per il turismo golfistico”.

I prossimi appuntamenti del viaggio itinerante sono gli Open Days con circoli aperti a tutti nel Lazio il 23 settembre, il golf in piazza a Monza l’8 ottobre in avvicinamento all’Open d'Italia e a fine ottobre la Ryder Cup farà tappa nel centro di Firenze. 

Applausi per la sfida “Nearest to the Pin”, che è andata in scena sulla Terrazza di Punta Helbronner (3466 metri), la “Terrazza d’Europa” che unisce Francia e Italia. In chiave Ryder Cup, la location ha simboleggiato il passaggio di testimone fra Parigi 2018 e la successiva edizione europea che si giocherà a Roma.

Il contest, con il commento di Massimo Scarpa, Commissario Tecnico delle Squadre Nazionali Professionisti Maschili Femminili, ha visto esibirsi Corrado De Stefani, Niccolò Quintarelli, Michele Ortolani, Alessandro Grammatica e Guido Migliozzi, che gareggiano nei principali circuiti golfistici europei. Con loro anche i giovani amateur Andrea Romano e Charlotte Cattaneo,  protagonisti nel 2017 di due delle sette vittorie internazionali in campo dilettantistico nella trionfale stagione della FIG. Gli azzurri si sono sfidati in una gara di abilità e precisione con dei colpi spettacolari verso un green posto a circa 200 metri in linea d’aria, con un dislivello dalla Terrazza di circa 100 metri. Primi classificati (a pari merito) Alessandro Grammatica e Charlotte Cattaneo.

Grande successo per il putting green posizionato nel centro di Courmayeur. Bambini e adulti hanno preso confidenza con bastoni e palline sotto la guida di tecnici qualificati. Lo staff della FIG ha fornito inoltre materiale informativo delle promozioni in atto per iniziare a giocare.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte