Sport di Massimiliano Riccio |

Ultima modifica: 2 Settembre 2014 0:00

Tor des Géants, da sabato al via una settimana di eventi sportivi e culturali

Courmayeur - Alla vigilia della partenza, atleti e appassionati di trail potranno invece incontrare, al Jardin de l’Ange, alle ore 18, i più accreditati tra gli atleti in gara, i favoriti, a Courmayeur per la consegna dei pettorali.

Meno cinque. E’ iniziato il conto alla rovescia in vista della partenza della quinta edizione del Tor des Géants, in programma domenica 7 settembre, alle 10, da Viale Monte Bianco a Courmayeur. Quest’anno sono moltissime le novità e le iniziative che ruotano attorno a questa grande sfida a fil di cielo lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta. Già sabato 6 settembre, vigilia della partenza, atleti e appassionati di trail potranno incontrare, al Jardin de l’Ange di Courmayeur, alle ore 18, i più accreditati tra gli atleti in gara, i favoriti per la consegna dei pettorali: un rituale che assume un carattere al tempo stesso di festa e scaramantico. I Top Runner 2014 sono Francesca Canepa (in dubbio a causa di un fastidioso dolore ai tendini delle caviglie, ndr), Nerea Martinez, Emanuela Scilla Tonetti, Emilie Lecomte, Megan Hicks, Patrizia Pensa e Denise Zimmermann tra le donne, e Oscar Perez, Franco Collé, Lionel Trivel, Nick Hollon, Christophe Le Saux, Antoine Guillon, Pablo Criado, Jaime Scott, Joe Grant, Giuseppe Grange, Bruno Brunod, Jules Henry Gabioud tra gli uomini. Alle ore 20 ci sarà il solito pasta party seguito dal briefing tecnico alle ore 21.

Sabato 6 settembre: l’Expo a Courmayeur
Sempre il 6 settembre sono numerosi gli appuntamenti che trasformeranno Courmayeur in un simbolo delle Alpi: un crocevia di incontri ed eventi capaci di fare risaltare al meglio le particolarità della Valle d’Aosta, vero tratto comune tra manifestazioni molto differenti. Il ricco palinsesto comprende “Anci per Expo 2015”, “Lo Matsòn” e la VIII Fête Valdôtaine et Internationale des Patois. Courmayeur diventerà per un giorno una “città dell’Expo”, presentando le eccellenze enogastronomiche della Valle d’Aosta: un percorso nel gusto ricco di appuntamenti, atelier e showcooking. Nel frattempo, per tutto il giorno, nelle vie del centro, saranno presenti gli stand del Lo Matsòn, la tradizionale fiera enogastronomica di Courmayeur. La Fête Valdôtaine et Internationale des Patois ha incoronato il patois la “Lenga di Géants”: lo stesso messaggio veicolato dal Tor, che deve, infatti, il proprio nome al dialetto di origine franco-provenzale – il patois, appunto – che si parla ai piedi delle Alpi occidentali dove i diversi popoli residenti mantengono ancora oggi vivo e in salute il proprio idioma e la propria identità storica e culturale. In serata al Jardin de l’Ange è prevista una cena itinerante, che riunisce prodotti tipici di Lo Matsòn, i balli tradizionali, musica e teatro in francoprovenzale: una sintesi della ricchezza culturale che abita tra queste montagne.

Domenica 7 settembre: il giorno della partenza
Aspettando la partenza, dalle ore 7:30 alle ore 8:30 al Forum Sport Center di Courmayeur ci sarà la distribuzione degli ultimi pettorali, sacche e pacco gara, mentre dalle ore 9, la Fête Valdôtaine et Internationale des Patois propone, sempre al Jardin de l’Ange, una gustosa colazione, e più tardi, un aperitivo, accompagnati da animazione in lingua francoprovenzale.  Seguirà il briefing sulla linea di partenza, alle 9:45, appena prima del via, previsto per le 10.

Mercoledì 10 settembre: i primi arrivi
I primi arrivi, tenendo buone le medie fatte registrare lo scorso anno, sono previste dalle 8 di mercoledì 10 settembre fino alle 16 di sabato 14 settembre, in Piazza Brocherel a Courmayeur.

Sabato 13 settembre: “Corro perché mia mamma mi picchia”
Tra questi, la presentazione del divertente libro scritto a quattro mani da Giovanni Storti, del trio Aldo Giovanni e Giacomo, e da Franz Rossi, giornalista e corridore, dal titolo “Corro perché mia mamma mi picchia”. Sabato 13 settembre, al Jardin de l’Ange, alle ore 18, il pubblico potrà scoprire questa speciale “biografia podistica”, che ha fruttato ai due amici e compagni di avventure il Premio Bancarella Sport. L’amore incondizionato per la corsa è il leit-motiv di un testo che sa dosare leggerezza e profondità: dalle fughe infantili per sfuggire all’ira materna ai trail in montagna, si dipana un racconto emozionante, intessuto d’incontri improbabili, aneddoti e riflessioni.

Domenica 14 settembre
Grande premiazione finale con la sfilata di tutti i finisher e aperitivo di chiusura al Forum Sport Center di Courmayeur, dalle ore 11 in poi. 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>