Asili nido, 63 ulteriori posti saranno finanziati nel 2022

Dal 1° aprile, con la fine dello stato di emergenza, si torna al rapporto un educatore ogni 8 bambini. 200mila euro sul bilancio 2022 andranno a finanziare 63 posti ulteriori di nido, chiesti dagli enti locali, e 14 di garderie.
Bambini all'asilo (immagine d'archivio)
Altro

Dal primo aprile si torna alla normalità anche nei servizi alla prima infanzia. Ad annunciarlo è stato l’Assessore regionale alla Sanità, Roberto Barmasse, rispondendo ad un question time della consigliera Erika Guichardaz di Pcp. Con la fine dello stato di emergenza, decade la delibera di Giunta regionale dell’agosto 2020 che aveva portato il rapporto educatore bambino a 1 a 6. Si torna, quindi, ad un rapporto 1 a 8.

“Per consentire agli enti di gestire contrattualmente la fase di transizione con i soggetti appaltatori – ha spiegato Barmasse – la Regione assicurerà anche per il mese di aprile le risorse finanziarie aggiuntive di 450 euro mensili a posto occupato, rispetto alla quota mensile ottimale di riferimento di 900 euro”.

Le ulteriori risorse aggiuntive disponibili sul bilancio 2022, pari a 200mila euro,  saranno invece destinate al finanziamento degli ulteriori 63 posti di asilo nido e 14 di garderie rispetto al 2021 che gli enti locali hanno finora richiesto.

“Pur consapevoli che il rapporto numerico ottimale fra educatore e bambino sia di 1 a 6, riteniamo di dare priorità, con le risorse finanziarie disponibili, al finanziamento di nuovi posti aggiuntivi per dare risposta alle numerose famiglie che sono in lista di attesa e al momento non usufruiscono di tali importanti servizi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Altro, Cronaca