Il 28 maggio torna Cantine Aperte in Valle d’Aosta

Saranno otto le cantine che parteciperanno all’edizione 2023. Tra le novità gli spazi dedicato alla “viticoltura eroica”.
Cantine Aperte

Torna nella sua data storica anche in Valle d’Aosta, l’ultima domenica di maggio (il 28 maggio, ndr) Cantine Aperte, il più famoso e importante appuntamento che apre le porte a milioni di enoturisti e appassionati per scoprire il mondo e la cultura del vino direttamente nei suoi luoghi di produzione. La manifestazione è organizzata da Movimento Turismo del Vino MTV, associazione no profit che ha fatto dell’accoglienza enoturistica la sua bandiera e che quest’anno festeggia il trentennale della nascita.

“Torniamo come MTV a riproporre un evento dopo il periodo della pandemia nella sua versione originale e nel periodo in cui è storicamente nata”, spiega Stefano Celi referente MTV Valle d’Aosta. “Siamo fiduciosi che la gente apprezzerà lo sforzo ma anche la gioia dei vignerons di aprire le loro cantine, di far degustare il frutto del loro lavoro, vi aspettiamo numerosi”.

Cantine Aperte
Cantine Aperte

Saranno otto le cantine che parteciperanno all’edizione 2023: partendo dalla bassa Valle, la storica Cooperativa Caves de Donnas, l’azienda Pianta Grossa di Luciano Zoppo Ronzero, la novità di quest’anno Chateau Vieux a Pont Saint Martin, tornano dopo alcuni anni di assenza le due cantine di Arnad, l’azienda vitivinicola di Dino Bonin, che festeggerà proprio a Cantine Aperte le 50 vendemmie, e la cooperativa La Kiuva. Risalendo la Valle tappa ad Aosta all’Institut Agricole Régional e alla Maison D&D, che ospiterà l’azienda di formaggi “La Chèvre Heureuse” e le Jambon alla brace di Saint-Oyen, per poi raggiungere Saint-Pierre per visitare l’azienda La Source.

Novità di quest’anno, in ogni cantina sarà presente uno spazio dedicato alla “Viticoltura eroica CERVIM” dove gli appassionati potranno degustare le eccellenze vitivinicole difficili provenienti da tutto il mondo e che hanno partecipato al prestigioso concorso internazionale Mondial des Vins Extrêmes, viticoltura eroica di cui la Valle d’Aosta è espressione significativa.

Cantine Aperte
Cantine Aperte

Non solo vino: dallo street food alla musica folk e jazz

Non mancheranno poi alcune “chicche”, come lo street food proposto da Pianta Grossa, che ha fatto negli anni di Cantine Aperte un evento nell’evento, in collaborazione con Le Velò. La cantina di Donnas, invece, propone insieme ai suoi vini anche prodotti del territorio come i formaggi dell’azienda Peretto e i dolci della Bonne Vallée.

Chi avrà voglia di passeggiare potrà approfittare del percorso organizzato da Chateau Vieux, dalla cantina al vigneto, dove i vini saranno abbinato a prodotti del territorio come salumi e formaggi ma non solo. L’Institut agricole Régional proporrà in abbinamento ai suoi vini anche i prodotti lattiero- caseari di propria produzione. Oltre ai vini, Maison D&D propone il miele di propria produzione. La giornata sarà accompagnata da musica e canti di gruppi jazz e folkloristici che spostandosi di cantina in cantina allieteranno gli enoappassionati.

Orari e costi

La formula è quella di sempre, dalle 10 alle 18: gli appassionati e i curiosi saranno accolti nelle varie cantine munendosi di bicchiere e pochette nella prima cantina visitata valido poi per la visita di tutte le altre, al costo di 20€.

valledaosta@movimentoturismovino.it

http://www.movimentoturismovino.it

https://www.facebook.com/movimentoturismovinovalledaosta

Cantine Aperte
Cantine Aperte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte