Le note dei Pink Floyd alla Cogne Acciai Speciali nella seconda edizione di “Forging the Music”

Dalle 18,30 di giovedì 29 giugno presso l’Area piccola fucina dello stabilimento aostano, il Gruppo Caronte rivisiterà l’album simbolo della band, “The Dark Side of the Moon”, con un evento dedicato dal titolo “Echoes: le ere dei Pink Floyd in veste classica”.
“Forging the Music”

La Cogne acciai speciali apre nuovamente il proprio stabilimento a operai, loro famigliari e semplici cittadini per la seconda edizione di “Forging the Music”, quest’anno interamente dedicata alla rock band inglese dei Pink Floyd. Dalle 18,30 di giovedì 29 giugno presso l’Area piccola fucina dello stabilimento aostano, l’ospite di eccezione dell’evento “Echoes: le ere dei Pink Floyd in veste classica” sarà il Gruppo Caronte, formato da Alberto Martinelli al violino, Gabriele Miglioli al violoncello, Elena Trovato all’arpa e Luigi Signorì a pianoforte e voce.

“Forging the Music”
“Forging the Music” 2022

I musicisti rivisiteranno in una chiave al contempo più classica ma inedita uno degli album simbolo della band, “The Dark Side of the Moon”, proprio nell’anno del suo cinquantesimo anniversario. Durante la serata verranno non soltanto eseguiti alcuni dei brani più significativi della carriera dei Pink Floyd bensì anche enumerate e narrate alcune delle tappe più salienti legati alla carriera del gruppo londinese, dai primi esordi quasi psichedelici al fianco di Syd Barett ai molteplici dischi d’oro ottenuto grazie alla guida di Roger Waters sino all’insediamento di David Gilmour.

“Forging the Music”
“Forging the Music” 2022

Organizzato dalla Cogne acciai speciali con il patrocinio del Comune di Aosta e del comitato locale della Croce rossa italiana, “Forging the Music” si concluderà con un aperitivo offerto a tutti i partecipanti.

Per poter assistere al concerto è necessario iscriversi compilando l’apposito modulo online; l’ingresso, gratuito per gli under 18, prevede un contributo libero minimo di 10 euro, il quale sarà interamente devoluto dall’azienda alla Cri della Valle d’Aosta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte