Osservatorio astronomico, una giornata alla scoperta della Nebulosa di Orione

Visibile anche ad occhio nudo, appena sotto le tre note stelle della "Cintura di Orione", si potrà ammirare "da vicino" questa spettacolare regione di formazione stellare.
Osservatorio astronomico  Saint-Barthélemy (foto di Giovanni Antico)

Anche a gennaio l’oggetto più brillante della volta celeste è il pianeta Venere, ben osservabile verso ovest al crepuscolo per tutto il mese. E già nelle prime ore della sera è visibile a sud est l’inconfondibile sagoma di Orione, con le tre stelle della cintura quasi allineate che attirano l’attenzione di tutti i curiosi del cielo.

Anche a occhio nudo si potrà notare, appena sotto le tre stelle, una debole macchiolina: con i telescopi dell’Osservatorio Astronomico scopriamo che si tratta della splendida M42, la Grande Nebulosa di Orione, una spettacolare regione di formazione stellare.

Capella, la brillante stella gialla dell’Auriga, a una quarantina di anni luce di distanza, domina il cielo molto alta sull’orizzonte per gran parte della notte. L’Osservatorio Astronomico ha ricevuto il Certificato di Eccellenza 2016 di TripAdvisor

La prenotazione è da effettuarsi presso l’Osservatorio Astronomico nei giorni non festivi: lunedì ore 14.00–16.00 – martedì-venerdì ore 9.30–12.00 e 14.00–16.00 – sabato ore 9.30–12.00

 

CONTATTI

Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS
11020 NUS (AO)

0165.770050
0165.770051

info@oavda.it
www.oavda.it

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.