Nasce il Festival In-Træcci. Le voci dei territori

Festival Intræcci

CONDIVIDI

Sarà il borgo di Bard il 2, 3 e 4 settembre a salutare la nascita del “Festival In-træcci. La Voce dei territori”, un nuovo progetto nato dalla collaborazione fra la testata Aostasera.it e il podcast Passaggi a Nord Ovest con il contributo dell’Amministrazione comunale di Bard.

Partendo dai concetti di traccia e di intrecci, nelle sue diverse sfaccettature, il Festival vuole provare a sondare i linguaggi, vecchi e nuovi, attraverso i quali i territori possono raccontarsi e promuoversi.

Si comincia seguendo le tracce, fisiche, del passato e del presente. I partecipanti saranno invitati a scoprirle camminando lungo alcuni tratti della via Francigena e del Cammino Balteo. Le tre escursioni, gratuite, in programma a Bard e nei territori limitrofi, saranno anche l’occasione per parlare di questo approccio al turismo sostenibile e slow, che sta riscuotendo un crescente interesse. Un tipo di turismo che cerca l’Italia più nascosta, che aiuta le economie locali e che aumenta la sensibilità per la tutela dell’ambiente e la protezione del territorio.

Borgo di Bard
Borgo di Bard

Il 2 settembre alle ore 18.30 il Festival ospiterà Angelo Pittro, Direttore Italia di Lonely Planet Italia che, assieme alla programmista-regista della sede Rai Valle d’Aosta Katia Berruquier e a Denis Falconieri esplorerà il mondo delle guide di viaggio, della radio e dei podcast. Durante l’appuntamento sarà inoltre presentato il podcast dedicato alla scoperta del borgo di Bard.

Sabato 3 settembre doppio appuntamento pomeridiano e serale. Alle 17.30, Valeria Tron presenterà il libro “L’equilibrio delle lucciole” (Salani editore), un delicato romanzo familiare ambientato in un borgo di montagna. A moderare l’incontro sarà Franz Rossi di Passaggi a Nord Ovest.
Alle ore 21 il presidente di Anso, l’associazione nazionale stampa online, Marco Giovannelli racconterà insieme a Nathalie Grange, giornalista di Aostasera.it, il progetto “Piccoli borghi” realizzato con il contributo di Google News Initiative, teso a promuovere uno spaccato d’Italia poco conosciuto e che non si trova facilmente sulle riviste patinate. Con i primi dodici borghi, protagonisti di un progetto di quality journalism, il regista Francesco Raganato ha realizzato un docufilm che verrà presentato durante il festival. Sempre durante l’evento sarà presentata un’anteprima del racconto in fase di realizzazione per il comune di Bard.

Domenica 4 settembre, la giornata sarà dedicata ai due cammini che attraversano il territorio di Bard, portando ogni anno decine di migliaia di turisti a scoprire il borgo medievale.
Alle 15.30, lo scrittore Franco Faggiani, autore della guida “Il Cammino Balteo” (Terre di Mezzo editore) ed Elia Origoni, scrittore e super camminatore, raccontano il loro diverso approccio sul sentiero, moderati da Franz Rossi.
Alle 17.30, Maria Vassallo ed Enrico Formica, moderati da Silvia Savoye, direttrice di Aostasera.it presentano il libro “La via Francigena in Valle d’Aosta“(Poetica del Territorio).

Nel borgo di Bard l’2, il 3 e il 4 settembre si svolge il Festival Intræcci per scoprire il territorio e riflettere sui linguaggi vecchi e nuovi per raccontare i luoghi

Nella giornata  di domenica saranno presenti nel borgo di Bard alcune produttori locali del territorio e alcuni artigiani. 

Il Festival è realizzato anche con il sostegno del Forte di Bard, di Dottor Nicola Farmacista, di Bonne Vallée e dell’Azienda agricola Pianta Grossa.

Borgo di Bard
Borgo di Bard

Il programma completo

Venerdì 2 settembre

ore 15 – In-traccia: Alla scoperta del Lardo di Arnad
Escursione con guida alla scoperta di Arnad, della chiesa di San Martino e dello stabilimento “Bertolin” in cui viene prodotto il famoso lardo. Ritrovo ore 15 presso il parcheggio sito in frazione Clos nei pressi alla chiesa di San Martino nel comune di Arnad. Ritorno previsto alle 17/17.30 – Dislivello circa 100 m

ore 17:30 – In-trecci di suoni / concerto banda municipale

ore 18:30 – In-trecci di Parole / Dalle guide di viaggio ai podcast
Angelo Pittro, direttore Lonely Planet Italia e Katia Berruquier, programmista-regista RAI Valle d’Aosta. Modera il giornalista Denis Falconieri


Sabato 3 settembre
ore 10:00 – In-traccia: I castagni della Valle d’Aosta
Escursione con guida alla scoperta del territorio di Donnas sulla Via Francigena e tra vigneti e foreste di castagni fino a Albard. Ritrovo in piazza Cavour a Bard. Ritorno previsto alle 17.00 – Dislivello circa 350 m

ore 17:30 – In-trecci di libri / L’equilibrio delle lucciole
Valeria Tron, cantautrice e scrittrice della Val Germanasca, presenta un delicato romanzo familiare ambientato in un borgo di montagna. Modera Franz Rossi di Passaggi a Nord Ovest

ore 21:00 – In-trecci di immagini / Dove il tempo si è fermato: I piccoli borghi
Marco Giovannelli, presidente di Anso e Nathalie Grange, giornalista di AostaSera.it


Domenica 4 settembre

ore 10:00 – In-traccia: Le marmitte dei Giganti
Escursione con guida alla scoperta di Bard e del forte che dal borgo prende il nome. La gita proseguirà visitando l’area delle “marmitte dei Giganti”. Ritorno previsto alle 13.30 – Dislivello circa 200 m

ore 15:30 – In-trecci di storie / Ispirati dal cammino
Franco Faggiani, scrittore ed Elia Origoni, guida e ultra camminatore. Modera Franz Rossi di Passaggi a Nord Ovest.

ore 17:30 – In-trecci di libri / La Via Francigena in Valle d’Aosta
Maria Vassallo ed Enrico Formica presentano il loro libro sul tratto valdostano della Francigena. Modera Silvia Savoye, direttrice di AostaSera.it

Le escursioni sono tutte sold out. 

Le locandine

Una risposta

  1. Magnifico programma con attività quantomai interessanti.Credo, per essermene occupata nella mia tesi di laurea, che sarebbe giusto un accenno all’enorme sostruzione in opus maximum, incertum e minimum che sorregge la via consolare che attraversa il borgo di Bard e che rappresenta un tratto della Via consolare della Regio XI che da Eporedia( Ivrea) arrivava ad Aosta e da lì all’Alpis Poenina( Gran San Bernardo) e all’Alpis Graia( Piccolo San Bernardo).Gli ospiti della vostra bella iniziativa potrebbero ammirare quindi
    un ‘opera grandiosa e di indubbia bellezza!( per non parlare dei 221 mt tagliati nella roccia a Donnas, contigua al vostro bellissimo borgo).Grazie per l’attenzione, maria novella brusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte