“Comuni ricicloni 2023”, Aosta premiata per la raccolta dell’acciaio

Nell’ambito della 30ª edizione dell’iniziativa di Legambiente, il Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi in acciaio ha ricompensato il capoluogo per aver raccolto nel solo 2022 ben 124 tonnellate di imballaggi, circa 3,7 chilogrammi pro capite.
rifiuti conferimento
Ambiente

Aosta si è distinta sul territorio italiano per un record positivo di raccolta dell’acciaio, arrivando a essere premiata dal Consorzio nazionale per il riciclo e recupero degli imballaggi in acciaio nell’ambito di “Comuni ricicloni 2023”. La 30ª edizione dell’iniziativa di Legambiente ha quest’anno individuato la città quale una delle migliori realtà italiane locali distintesi nella gestione virtuosa dei rifiuti nonché nella riduzione dello smaltimento in discarica.

Il capoluogo valdostano fruisce di un servizio di porta a porta per il conferimento, oltre che di plastica e alluminio, di barattoli, scatolette, fusti, latte, secchielli, bombolette, tappi corona e chiusure in acciaio: tutti i materiali differenziati vengono poi inviati alla piattaforma di Brissogne gestita dalla Enval srl per una finale suddivisione per tipologia, dopo la quale l’acciaio può essere recuperato e trasformato tramite rifusione.

“Nell’ultimo anno ad Aosta sono state collezionate 124 tonnellate di imballaggi in acciaio (ndr, circa 3,7 chilogrammi pro capite), un risultato straordinario reso possibile dall’ottima gestione di Comune ed Enval srl nonché dal grande impegno dei cittadini – il commento di Federico Fusari, direttore del Consorzio Ricrea -. Il nostro scopo è consolidare e ampliare il successo raggiunto, ottenendone così di ancora più significativi attraverso la promozione di efficaci iniziative di comunicazione circa l’importanza e il valore della raccolta differenziata dei contenitori in acciaio, un materiale permanente che si ricicla al 100% e all’infinito”.

Non soltanto la Valle d’Aosta bensì l’intera nazione ha potuto confermarsi nel 2022 quale eccellenza di livello europeo nel recupero dell’acciaio, del quale sono state raccolte 418.091 tonnellate immesse a consumo (+7,2% rispetto al 2021), con un tasso di riciclo pari all’80,6%: tale traguardo non soltanto arriva già ampiamente a superare gli obiettivi del 70% fissato per il 2025 e dell’80% fissato per il 2030 dall’Unione Europea bensì ha portato a risparmiare circa 6.750 terajoule di energia primaria, evitando l’uso di 398 mila tonnellate di materia prima vergine nonché la dispersione di 548 mila tonnellate di CO2 equivalente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte