9 cani e 2 gatti in un appartamento, dopo le lamentele dei vicini scatta l’allontanamento

E’ quando successo in un palazzo di Corso Ivrea ad Aosta dove le lamentele dei condòmini nei confronti di una coppia si sono trasformate in una segnalazione alle forze dell’ordine.
Immagine di repertorio
Cronaca

Se è già difficile in condizioni normali andare d’accordo con i vicini di casa, la convivenza può diventare un inferno quando questi ospitano nel proprio appartamento nove cani e due gatti.
E’ quando successo in un palazzo di Corso Ivrea ad Aosta dove le lamentele dei condòmini nei confronti di una coppia si sono trasformate in una segnalazione alle forze dell’ordine.
E’ scattata così nei giorni scorsi l’ispezione del Corpo forestale valdostano, della polizia locale e di un veterinario della Struttura Igiene degli allevamenti dell’azienda Usl.

Il sopralluogo ha trovato gli animali – soltanto due cani non avevano il microchip identificativo e non erano iscritti all’anagrafe canina – in buono stato di salute e nutrizione e anche l’alloggio è risultato in condizioni igieniche sufficienti.
Secondo i sanitari però “la detenzione di tutti questi animali in un ambiente ristretto crea condizioni di stress agli animali ed è incompatibile con la quiete dell’abitato”. Indizi di questo stress, “probabilmente dovuto al sovraffollamento ed alle scarse occasioni di uscita”, si possono ritrovare sui danni provocati dai cani su porte e battiscopa.
Inoltre la detenzione degli animali è in contrasto con la normativa che impone che in un alloggio si possano tenere 4 cani di piccola taglio o tre di taglia media o ancora due di taglia grande.

Per questo il veterinario dell’Usl ha ordinato l’allontanamento immediato dalla casa degli animali in sovrannumero, misura disposta dal sindaco con un’ordinanza. In caso di violazione per la coppia scatterà la denuncia penale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca